Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Anima a UniCredit

Equita valuta buy:

Anima con target price di 5 euro (raccolta netta di marzo negativa ma prosegue l’andamento positivo del retail), BFF Bank con fair value di 14 euro, migliorato dai preceenti 11,50 euro (profilo rischio-rendimento interessante, a detta della Sim milanese ed emissione di un bond da 300 mln di euro), Banca Ifis con prezzo obiettivo di 24 euro, migliorato del 12% rispetto al precedente (entra nel portafoglio small cap della Sim milanese), Eni con obiettivo di 19,50 euro (l’antitrust apre istruttoria su Novamont per i bioshopper), Finecobank con target di 16,50 euro (a marzo forte il brokerage e l’acquisizione di nuovi clienti), Iren con fair value di 2,50 euro (l’acquisizione di Egea è strategica per il gruppo e conferma l’indirizzo di piano per l’ulteriore consolidamento dei territori di riferimento) e Telecom Italia con obiettivo di 0,37 euro (il proxy advisor ISS si è espresso a favore della lista del CdA).

Banca Akros giudica buy:

Abp Nocivelli con fair value di 5,70 euro in scia al backlog, Anima con target di 4,70 euro, Azimut con obiettivo di 28,50 euro, Eni con fair value di 18,50 euro, Finecobank con target di 15 euro, Iren con obiettivo di 2,30 euro e Leonardo con fair value di 21 euro.

Intesa Sanpaolo assegna un buy a:

Banca Mediolanum con prezzo obiettivo di 10,80 euro in scia ai dati relativi alla raccolta di marzo, illimity con fair value di 6 euro, ridotto però dai precedenti 6,70 euro (il 2024 sarà un anno di transizione a detta del management), Telecom Italia con target price di 0,40 euro (intervista di Repubblica a Paolucci, a capo della lista Merlyn: poca chiarezza sulla strategia relativa a NetCo, punto essenziale secondo la Sim milanese per la sostenibilità finanziaria del gruppo) e UniCredit con fair value di 36,50 euro (ha finalizzato l’acquisizione di due ex scali ferroviari di Milano da FS Sistemi Urbani, annunciato a dicembre 2023, per 489,5 mln di euro).

Integrae Sim giudica buy:

i-Rfk con obiettivo di 3,50 euro (acquisizione di Abbrevia) e Siav con target di 6,80 euro in scia ai risultati del 2023.

Mediobanca valuta outperform:

Acea, Lottomatica, Recordati e Stellantis.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!