Criptovalute, Ripple: ecco i target tecnici da monitorare

A seguito del raggiungimento della resistenza posta in zona 0,7413 toccata dalla candela giornaliera in data 11 marzo 2024, il Ripple ha registrato un movimento ribassista che ha portato i corsi a testare un importante supporto posto in zona 0,5688 (in data 3 aprile).

Il prezzo della criptovaluta al raggiungimento di quest’ultimo ha generato un minimo più alto del minimo precedente, raggiunto sull’ultimo movimento ribassista creato il 31 gennaio gennaio del 2024.

Queste due conferme, abbinate alla figura di inversione rialzista (bullish engulfing) generata sul supporto posto in zona 0,5688 hanno dato la possibilità ai corsi di ripartire a rialzo.

Spunti operativi:

A oggi non vedo possibilità di posizionamento, a meno che i corsi dovessero muoversi al rialzo durante le prossime sedute e riuscissero raggiungere e rompere la zona di resistenza posta in zona 0,6401. Nel caso si profilerebbe un’estensione fino alla resistenza successiva posta in zona 0,6629 e, solo a seguito del raggiungimento di quest’ultima, mi aspetterei un retest, che vada convalidare la bontà del supporto (ex resistenza posta 0,6401).

Solamente sulla rinnovata dimostrazione di forza sulla rottura del massimo relativo costruito a seguito dell’impulso derivante dal breakout, andrei ad impostare un trade long.

Posizionando lo stop loss alla fine del movimento di retest (ultimo movimento contrario alla possibile tendenza in atto) e posizionerà il take profit sulla resistenza posta in zona 0,7413 generando così un rischio rendimento di 1 a 3.4.

Nel caso contrario invece, ovvero se il Ripple dovesse virare a ribasso e rompesse la zona di supporto posta a 0,5688, invaliderebbe la figura di inversione e sarebbe portato a raggiungere il supporto posto in zona 0,5411.

Con lo stesso ragionamento applicato per un’operatività long, mi attenderei a seguito di un breakout un successivo retest che mi fungerebbe da ulteriore conferma per posizionarmi short.

Solamente sulla rinnovata dimostrazione di forza a ribasso data dalla rottura del nuovo minimo relativo.

Posizionando così lo stop loss alla fine del movimento di retest (ultimo movimento contrario alla possibile tendenza in atto) e posizionando il take profit sul supporto posto in zona 0,4733 generando così un rischio rendimento di 1 a 3.56.

Supporti e resistenze:

  • Resistenza 1: 0,6401
  • Resistenza 2: 0,6629
  • Resistenza 3: 0,7413

 

  • Supporto 1: 0,5688
  • Supporto 2: 0,5411
  • Supporto 3: 0,4733

A cura di Christian PoggesiB.T.F. Company

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!