Mercati: un sottile gioco di equilibri per la Fed

A cura di Raphael Olszyna-Marzys, International Economist di J. Safra Sarasin

Una crescita economica più debole e un mercato del lavoro più equilibrato dovrebbero ridurre le pressioni inflazionistiche. Il punto è che l’inflazione avrà bisogno di tempo per tornare al target, e ciò richiede un approccio graduale all’allentamento delle politiche. Tuttavia, con il mercato del lavoro tornato ai livelli auspicati dalla Fed, alcuni funzionari potrebbero segnalare il rischio di un’attesa troppo lunga. Le nuove proiezioni del FOMC potrebbero indicare due tagli dei tassi quest’anno, ma nei fatti potrebbero concretizzarsene meno.

L’economia si sta raffreddando ma non è in crisi

Probabilmente ci sarà un downgrade della crescita del PIL per quest’anno e l’inflazione sarà leggermente rivista al rialzo. Sebbene i dati sull’attività economica abbiano chiaramente mostrato una certa debolezza negli ultimi tempi, il messaggio generale dovrebbe rimanere quello di un’economia in fase di riequilibrio.

L’inflazione dovrebbe tendere al ribasso, ma la Fed vuole che i dati confermino questa aspettativa

In questo contesto, Powell probabilmente sottolineerà che l’inflazione dovrebbe continuare a scendere, mantenendo aperta la porta a un abbassamento dei tassi nel corso dell’anno. Ma ribadirà anche la necessità di vedere altri dati sull’inflazione in linea con il target prima di fare questo passo.

Alcuni membri del FOMC, tuttavia, probabilmente esprimeranno la preoccupazione per la possibilità che l’economia sia vicina a un punto in cui il mercato del lavoro potrebbe indebolirsi troppo se l’orientamento politico dovesse rimanere restrittivo troppo a lungo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!