BlueIndex: chi ha guadagnato nella tempesta

A
A
A
di Redazione 10 Ottobre 2008 | 14:50
Un’altra giornata di vendite sulle piazze finanziarie: sono ormai diverse sedute che i listini di tutto il mondo registrano ingenti perdite, e tra i più colpiti c’è sicuramente il comparto finanziario. Dopo quasi un mese di trend ribassista, abbiamo tirato le somme, per capire quanto è costata fino ad oggi la crisi. Una analisi condotta sui 40 titoli del BlueIndex, che ha confermato le ingenti perdite e, nel caso dell’italiana Anima SGR, i guadagni degli ultimi 30 giorni.

Settimana nera per le borse quella che si appresta a chiudere, secondo alcuni storici la peggiore degli ultimi 50 anni. In pochi giorni abbiamo assistito ad interventi massicci delle banche centrali, ad istituti finanziari salvati per i capelli ed a governi che sono intervenuti con decisione per salvare i conti correnti dei propri cittadini da banche vicine al default.

L’analisi del BlueIndex e delle sue 40 componenti, impegnate nel risparmio gestito, ci ha permesso di trarre conclusioni sul mese passato, individuando a sorpresa l’unica società uscita in positivo dalla grande crisi degli ultimi 30 giorni.

La prima cosa da notare è che tra le 40 società, solo una ha rischiato il fallimento, e si tratta di Fortis Bank. Il titolo dell’istituto belga-olandese, dal 8 settembre ha lasciato sul terreno il -43%. Anche se la decisione di sospenderne le contrattazioni ne ha bloccato ulteriori perdite. La Commissione Bancaria, Finanziaria e delle Assicurazioni ha infatti deciso di mantenere tale provvedimento fino a quando non saranno comunicate le strategie di ristrutturazione dell’istituto e del valore teorico del titolo.

Tra le più colpite dalle vendite: Morgan Stanley (-23,65%)* ed a sorpresa l’austriaca Raiffeisen. La banca viennese, che ha perso nel ultimo mese il -52%, forse sta pagando l’esposizione verso i balcani. Tra le italiane, quella che ha pagato di più la crisi è Unicredit, il titolo di piazzale Cordusio da inizio mese ha perso infatti il -38%.

Tra le componenti del BlueIndex che hanno tenuto, ci sono sono la francese BNP -4,75%* e HSBC -7,78%*. E proprio il colosso britannico in questi giorni ha rifiutato gli aiuti dello stato. La prima banca europea ha inoltre precisato di non aver alcun bisogno dell’aiuto statale, dimostrando così l’ottimo stato di salute del gruppo.

A detenere lo scettro del miglior titolo invece Anima SGR, la società di gestione italiana in controtendenza rispetto al resto del comparto, nell’ultimo mese ha guadagnato il +14%. A spingere il titolo a rialzo l’operazione di acquisto da parte della Banca Popolare di Milano. L’istituto meneghino, che già possedeva il 29% di Anima, ha infatti deciso di lanciare un OPA totalitaria sulla SGR.

La maggioranza degli istituti finanziari hanno visto i propri titoli perdere, ma alcuni, salvo il caso eccezionale di Anima, hanno dimostrato di essere solide e quasi neutrali rispetto alla crisi, con i primis HSBC. L’eccezione che non conferma la regola, dato che è stato il colosso finanziario che per primo ha operato a livello globale, impegnandosi in molti paesi e su differenti mercati.

*prezzi aggiornati alle ore 10.09 del giorno 10 ottobre

Societa’ Prezzo al 08/10/2008 Prezzo al 08/09/2008 Perf. 1 Mese
Anima 1,36 1,22 12,02%
BNP 63,43 64,45 -1,58%
HSBC Investments 878,25 894,00 -1,76%
Jp Morgan Chase & Co. 39,30 41,55 -5,42%
Montepaschi Siena 1,70 1,82 -6,70%
Banca Generali 4,40 4,81 -8,52%
Mediolanum 2,97 3,27 -9,04%
Mediobanca 8,70 9,82 -11,36%
Schroders 935,00 1069,00 -12,54%
Credit Agricole 12,75 14,70 -13,24%
IntesaSanpaolo 3,30 3,88 -14,84%
Credit Suisse Group 42,10 53,15 -20,79%
Axa 18,60 23,82 -21,90%
Nordea bank 69,90 89,60 -21,99%
Ubs 18,21 24,26 -24,94%
BlackRock 167,00 223,72 -25,35%
Skandia (Old Mutual) 72,00 99,60 -27,71%
Allianz 80,19 111,97 -28,38%
Azimut 4,40 6,15 -28,40%
Citigroup Inc 14,40 20,32 -29,13%
Barclays Global Investors Ltd. 18,05 25,61 -29,52%
Henderson 91,50 134,50 -31,97%
Deutsche Bank 40,20 60,02 -33,02%
American Express 27,12 40,52 -33,07%
Goldman Sachs 113,00 169,73 -33,42%
“Julius Baer Holding Ltd. ” 44,00 67,00 -34,33%
Unicredit 2,45 3,85 -36,41%
Franklin Templeton Investments 66,16 104,83 -36,89%
Invesco 16,15 26,05 -38,00%
Bank of NY Mellon Corporation. 24,45 39,78 -38,54%
State Street Global Advisors 43,60 73,02 -40,29%
Man Group 300,00 510,00 -41,18%
ING Investment Management Europe 12,78 21,77 -41,28%
Fortis 5,42 9,59 -43,43%
Natixis 2,18 3,87 -43,67%
Dexia 6,00 10,97 -45,32%
Janus Capital Group 14,15 26,23 -46,05%
Legg Mason 25,25 47,35 -46,67%
Raiffeisen International Bank Ho
dling
34,85 72,84 -52,16%
Morgan Stanley 16,80 43,27 -61,17%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti