Banche italiane: crollano IntesaSP e UniCredit

A
A
A
di Redazione 10 Ottobre 2008 | 09:06
Bancari sotto pressione a Milano: i titoli peggiori sono Intesa Sanpaolo e UniCredit. Contengono le perdite gli altri titoli bancari presenti nel listino italiano, la scure colpisce anche i titoli energetici, schiacciati dal prezzo del greggio che scende sotto la soglia degli 80 dollari al barile.

Banche

Vendite in ordine sparso sui bancari italiani: oggi Romain Zaleski ha comunicato, su richiesta della Consob, di non essere dietro le vendite copiose che stanno affossando il gruppo Intesa Sanpaolo. Secondo le indiscrezioni di mercato, il finanziere polacco starebbe vendendo titoli Intesa Sp a mani basse per rientrare nei margini di garanzia imposti dalle banche.

Banca Popolare di Milano
sarebbe rientrata in possesso di 400 milioni  di euro: la somma è legata ad un contratto di hedging sottoscritto ad un contratto di copertura sul fallimento di Lehman Brothers stipulato con JP Morgan.

UniCredit cade anche oggi e perde l’11% portandosi a 2,3 euro, sui minimi dal 1998. Il gruppo di Profumo è quello più indicato come prima vittima italiana del credit crunch mondiale.

Andamento principali gruppi bancari italiani
BANCA MPS (BMPS.MI)            EUR    1.5280    -6.49%    11:34:42
BCA POP. MILANO (PMI.MI)     EUR    3.7975    -5.20%    11:34:34
INTESA SANPAOLO (ISP.MI)   EUR    2.7675    -9.26%    11:34:46
MEDIOLANUM (MED.MI)           EUR    2.9275    -5.87%    11:34:10
UBI BANCA (UBI.MI)                  EUR    12.6100    -8.14%    11:34:42
UNICREDIT (UCG.MI)               EUR    2.3300    -12.73%    11:34:47
UNIPOL (UNI.MI)                        EUR    1.1970    -6.26%      11:33:27

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti