Il Governo olandese spende tutto per ING

A
A
A
di Redazione 20 Ottobre 2008 | 10:00
Settimana di borsa positiva quella che ci siamo lasciati alle spalle. Pur con ribassi decisi in qualche seduta, nel complesso le performance sono sempre state sopra lo zero. Una settimana dove al centro dell’attenzione sono state ancora le banche ed il sistema finanziario mondiale. Tuttavia, da diversi mesi a questa parte, il settore finanza ed i governi sono stati impegnati anche nei week end. E proprio dall’ultimo è arrivata la notizia che il governo olandese aiuterà il colosso ING, con una operazione da 10 miliardi di Euro.

Un’altra settimana incandescente quella che si accinge ad iniziare sulle piazze finanziarie. A Washington, presso la sede del Fondo Monetario Internazionale, la lista delle nazioni che chiedono aiuto si allunga, dopo i paesi del est Europa e quelli dell’America Latina, adesso sembra sia venuto il turno anche dell’Islanda. Il paese infatti sembra stia andando verso il default, con un’unica banca rimasta in piedi, e comunque in cattive condizioni. L’FMI però sembra essere intenzionato ad intervenire a difesa di queste nazioni, con il suo numero uno, Strass Kahn, che ha fatto capire che il fondo monetario ha le disponibilità economiche, circa 200 miliardi di dollari, per poter sostenere tali emergenze.

Più fortunate invece le banche e le istituzioni finanziarie europee ed americane, aiutate direttamente dai governi locali, come è capitato nel ultimo week end ad ING Group.
La banca olandese venerdì aveva comunicato che nell’ultimo quarter ha avuto circa 500 milioni di euro di perdite, causate dall’attuale crisi finanziaria. I vertici del istituto, che nella seduta di venerdì ha perso il -27%, e nell’ultimo mese il -57%, nel week end si sono incontrati con i rappresentanti del governo olandese, per richiedere un piano di aiuto.

Richiesta di soccorso per altro accettata dal governo olandese, che attraverso il suo ministro delle finanze, Wouter Bos , ha fatto sapere che “E’ una grossa somma che iniettiamo in una impresa sana ed è per questo che guardiamo al futuro con fiducia”. Un intervento che porterà il governo olandese ha sborsare circa 10 miliardi di euro, che entreranno nel patrimonio di ING, il quale a sua volta cederà  al ministero delle finanze olandese azioni privilegiate, e senza diritto di voto.
Oltre i capitali forniti, l’accordo siglato con il governo prevede che ING avvierà, entro la fine del 2008, un aumento di capitale da 5 miliardi di euro, con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente la sua situazione patrimoniale. Inoltre la banca olandese ha annunciato che nel 2008 non ci sarà nessun stacco dividendo, e che saranno tagliati anche i bonus di fine anno rilasciati ai propri manager.

Per il governo olandese un’altra doccia fredda, inizialmente era stato stanziato un fondo da 20 miliardi di euro, per far fronte ad eventuali crisi del sistema finanziario. Fondo che però è già vicino al rosso, infatti prima dei 10 miliardi ad ING, l’Olanda, (con il Belgio però), ne aveva già stanziati circa 17 a Fortis. Forse le paure del mercato sui fondi di aiuto e sulle loro quantità limitate sembrano fondate, e l’Olanda ne è l’esempio.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 74,8 EUR +3,50%
American Express Nyse 23,33 USD -1,31%
Anima Borsa Italiana 1,366 EUR -0,65%
Axa Euronext 16,425 USD +0,58%
Azimut Borsa Italiana 4,8975 EUR -1,38%
Banca Generali Borsa Italiana 3,87 EUR +2,95%
Bank of NY Mellon Nyse 29,81 USD -4,08%
Barclays Lse 15,16 USD -4,65%
BlackRock Nyse 148,72 USD +1,60%
BNP BNP 55,935 EUR +1,7%
Citigroup Inc Nyse 14,88 USD -6,41%
Credit Agricole Euronext 10,48 EUR +1,99%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 48,5 CHF +6,59%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 33,995 EUR +4,27%
Dexia Euronext 4,604 EUR -1,66%
Fortis Euronext 0,88 EUR +0,57%
FT Inv. Nyse 67,06 USD +6,42%
Goldman Sachs Nyse 114,3 USD +1,69%
Henderson Lse 64 GBp +2,4%
HSBC Investments Lse 796,75 GBp +3,27%
ING Euronext 7,335 EUR -27,4%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 3,01 EUR +5,25%
Invesco Nyse 14,65 USD -1,61%
Janus Capital Group Nyse 11,44 USD +8,64%
Jp Morgan Nyse 39,33 USD -2,86%
Julius Baer Swiss Market Exchange 45,66 CHF +2,98%
Legg Mason Nyse 21,96 USD +3,39%
Man Group Lse 317,75 GBp +2,5%
Mediobanca Borsa Italiana 8,82 EUR +0,74%
Mediolanum Borsa Italiana 3,205 EUR -2,23%
Morgan Stanley Nyse 19,24 USD +2,94%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1,46 EUR -3,25%
Natixis Euronext 2,1 EUR +1,94%
Nordea bank Omxnordicexchange 67,2 SEK +0,44%
Raiffeisen Wiener Borse 25,55 EUR -5,19%
Schroders Lse 855 GBp +9,82%
Skandia (Old Mutual) Lse 52,6 GBp +6,04%
State Street Nyse 40,76 USD -9,60%
Ubs Swiss Market Exchange 18,16 CHF -4,87%
Unicredit Borsa Italiana 2,3275 EUR +7,76%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X