Emergenza riscatti, la Fed interviene

A
A
A
di Redazione 21 Ottobre 2008 | 14:00
La Federal Reserve ha attuato un vero e proprio piano di emergenza per acquistare asset a breve termine dei fondi comuni che operano sul mercato monetario, attraverso il Mmiff, Money market investor funding facility, a causa dei considerevoli riscatti ordinati dai risparmiatori.

Poiché i fondi comuni sono alle prese con numerose richieste di riscatto da parte degli investitori, la Fed ha deciso un intervento di emergenza, attraverso un nuovo strumento, denominato Mmiff, Money market investor funding facility, per finanziare l’acquisto dai fondi monetari di certificati di deposito e carte commerciali.

Ciò è dovuto principalmente al fatto che i mercati del debito a breve termine sono stati colpiti da forti pressioni nelle ultime settimane, perché fondi comuni e molti altri investitori hanno avuto serie difficoltà nel vendere i propri asset per venire incontro alle richieste di riscatto. Nel dettaglio, in base alle rilevazioni di Lipper, società di analisi del gruppo Reuters, a settembre gli investitori americani hanno tolto in termini di raccolta netta 104,4 miliardi di dollari dal sistema.

Scopo del Mmiff sarà, quindi, quello di migliorare la posizione di liquidità degli investitori del mercato monetario, accrescendo la loro capacità di far fronte a ogni eventuale richiesta di riscatto e la loro disponibilità a investire negli strumenti del mercato monetario.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X