Frattini sponsor dei fondi sovrani

A
A
A
Avatar di Redazione 23 Ottobre 2008 | 11:15
Due giorni fa, da Napoli, il presidente del consiglio Silvio Berlusconi proponeva un tetto di partecipazione nelle società italiane per i fondi sovrani. Oggi i fondi sovrani trovano un alleato e Berlusconi un primo “oppositore”: Franco Frattini, il ministro degli Esteri conquistato dal mondo degli Emirati Arabi.

Dopo tanti attacchi i fondi sovrani trovano un alleato, Franco Frattini. Il ministro degli esteri, riguardo all’imposizione di un tetto del 5% dei fondi sovrani nelle società italiane esprime un parere contrario: ”Non c’e’ bisogno di segnare una soglia, ma c’e’ necessita’ di un’azione trasparente”.

Frattini ha sottolineato che il tetto del 5% deve rimanere un’indicazione e non un obbligo “non abbiamo infatti obblighi legislativi, abbiamo solo dei criteri e quando parliamo di investimenti ci riferiamo a investimenti che siano entro un limite ragionevole”.

A rendere Frattini un perfetto alleato dei fondi sovrani l’incontro avvenuto negli Emirati Arabi. “Quello che ho percepito è che c’è una disponibilità a mantenere una quota ragionevole – ha chiarito Frattini – Diciamo che questa è la prova che si tratta di interlocutori seri che non hanno interessi invasivi, poi è chiaro che ci sono le collaborazioni industriali, ma, quella è tutta un’altra cosa”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Coronavirus, fondi sovrani e investitori istituzionali mantengono l’esposizione agli asset di rischio

Private equity, le previsioni per il 2020

Come investono Fondi Sovrani e le Banche Centrali

NEWSLETTER
Iscriviti
X