Fmi, pronti 2 miliardi di dollari per l’Islanda

A
A
A
di Redazione 27 Ottobre 2008 | 08:45
L’Islanda, fortemente colpita dalla crisi finanziaria, ha chiesto l’intervento del fondo monetario internazionale, che consiste in un aiuto economico di circa 2 miliardi di dollari. L’obiettivo e riportare la stabilità economica nel paese e dare vita a una politica economica sostenibile.

L’Islanda ha chiesto all’Fmi un aiuto da 2 miliardi di dollari.

Colpito da una crisi senza precedenti il governo islandese spera che l’aiuto del Fondo monetario internazionale gli consentirà di stabilizzare la valuta e di garantire supporto allo sviluppo di un sistema finanziario più solido,

In cambio il paese dei geyser si impegnerà in una politica economica sostenibile di lungo periodo e in un piano di ripresa dell’economia, per evitare che si verifichino di nuovo una serie di salvataggi volti ad assumere il controllo dei tre principali istituti bancari, Kaupthing, Landsbanki e Glitnirn che hanno accumulato debiti per 61 miliardi di dollari, una cifra equivalente a 12 volte il Pil dell’Islandese, mentre la corona islandese è precipitata, dopo che la banca centrale islandese ha tentato invano di ancorarla all’euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti