Fmi, pronti 2 miliardi di dollari per l’Islanda

A
A
A
Avatar di Redazione 27 Ottobre 2008 | 08:45
L’Islanda, fortemente colpita dalla crisi finanziaria, ha chiesto l’intervento del fondo monetario internazionale, che consiste in un aiuto economico di circa 2 miliardi di dollari. L’obiettivo e riportare la stabilità economica nel paese e dare vita a una politica economica sostenibile.

L’Islanda ha chiesto all’Fmi un aiuto da 2 miliardi di dollari.

Colpito da una crisi senza precedenti il governo islandese spera che l’aiuto del Fondo monetario internazionale gli consentirà di stabilizzare la valuta e di garantire supporto allo sviluppo di un sistema finanziario più solido,

In cambio il paese dei geyser si impegnerà in una politica economica sostenibile di lungo periodo e in un piano di ripresa dell’economia, per evitare che si verifichino di nuovo una serie di salvataggi volti ad assumere il controllo dei tre principali istituti bancari, Kaupthing, Landsbanki e Glitnirn che hanno accumulato debiti per 61 miliardi di dollari, una cifra equivalente a 12 volte il Pil dell’Islandese, mentre la corona islandese è precipitata, dopo che la banca centrale islandese ha tentato invano di ancorarla all’euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Crac banche, i salvataggi costano 700 milioni

Crac banche, per i rimborsi si deve attendere

NEWSLETTER
Iscriviti
X