Islanda, prosegue l'altalena dei tassi di interesse

A
A
A
di Redazione 29 Ottobre 2008 | 10:17
Mossa a sorpresa della banca centrale islandese. Per difendere la corona, che nelle ultime settimane ha accusato una svalutazione del 40%, Lasedlabanki ha portato i tassi al 18%, con un aumento record di 6 punti percentuali.

Mentre il presidente della Banca Centrale Europea, Jean-Claude Trichet (nella foto), ha preannunciato un taglio dei tassi in occasione della prossima riunione della BCE del 6 novembre, l’Islanda aumenta il costo del denaro.

L’isola, tra le più colpite dalla crisi finanziaria globale, dopo la drastica riduzione di tre punti percentuali e mezzo del tasso di interesse decisa non più tardi di due settimane fa, oggi ha elevato i saggi di interesse, a sorpresa, portandoli al 18%.

Tra i motivi che possono aver spinto il governo a prendere una decisione del genere ci sono senza dubbio le difficoltà in cui sono finite le banche islandesi – alcune sono state già nazionalizzate – il crollo della valuta e l’inflazione galoppante.

Al momento i tassi di interesse islandesi sono tra i più elevati d’Europa.

Nella tabella potete trovare i dati delle più importanti economie.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X