Obama, è (quasi) vittoria!

A
A
A
Avatar di Cole Kendall 28 Ottobre 2008 | 17:06
A una settimana dalle elezioni, il candidato democratico Barack Obama conquista pubblico e sondaggi. I future politici sul candidato di colore volano ormai sopra la soglia dei 90 centesimi mentre 7 sondaggi su 10 lo danno per vincente. Nonostante l’ottimismo dilagante, restano ancora alcune ombre sul nome del ‘nuovo’ presidente.

SONDAGGI IMPOSSIBILI

Oggi i sondaggi sono molto meno accurati degli anni scorsi, l’introduzione dei nuovi mezzi di comunicazione, come il cellulare e le videochiamate, offre la possibilità agli americani di ‘filtrare’ in modo selettivo le chiamate, evitando accuratamente quelle da parte di sconosciuti e ‘scocciatori’.

Secondo le ultime stime il 60% degli americani non rispondo alle domande sulle loro preferenze di voto.


ELETTORI IMPERSCRUTABILI

Anche al livello di singoli elettori, il quadro è tutt’altro che limpido. Le società di indagini demoscopiche infatti hanno grosse difficoltà a stabilire la composizione della popolazione votante.

Obama certamente attira più giovani e persone di colore rispetto al passato, ma di quanto è aumentata questa percentuale? Nelle ultime elezioni, gli elettori di colore hanno votato il 90% delle volte per i candidati democratici, ma è comunque difficile stabilire quante persone di colore andranno a votare in questa tornata.

E che dire dei giovani elettori? Da un punto di vista statistico sono poco affidabili e molti danno per scontata la vittoria di Obama, decidendo così di non votare nemmeno all’Election Day.

GLI INDECISI E LE SORPRESE DELL’ULTIMA ORA

Il numero degli elettori indecisi si aggirerebbe sul 7% degli aventi diritto. Solitamente questo gruppo vota in modo compatto per uno o per l’altro elettore, ed esiste la remota possibilità che questi votino per McCain. 

La mitologia elettorale americana, inoltre,  si aspetta (da entrambi gli schieramenti) un fatto dell’ultimo minuto che potrebbe cambiare le decisioni degli elettori. Ovviamente, a 7 giorni dalla votazione, politici e candidati tengono il fiato sospeso.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ci mancavano solo le voci sul dollaro per fiaccare le borse europee

Wall Street guarda a Obama e a fusioni e acquisizioni

Listini in frenata dopo dati macro e monito Obama

NEWSLETTER
Iscriviti
X