Francia, trader perde 600 milioni di euro

A
A
A
di Marco Mairate 29 Ottobre 2008 | 12:30
Ancora la Francia, ancora un ‘Rogue Trader’. Dopo lo scandalo che ha visto coinvolta Societe Generale, che lo scorso 24 gennaio aveva annunciato 4,9 miliardi di euro di perdite provocate dalla frode di cui è stato accusato l’ex trader Jerome Kerviel, è la volta di un’altra banca francese.

Oggi, infatti, un trader della banca francese cooperativa Groupe Caisse d’Epargne è stato trattenuto dalla guardia di Finanza di Parigi per un interrogatorio nell’ambito dell’inchiesta sulle perdite da trading di 750 milioni di euro subite dall’istituto.

La banca aveva annunciato lo scorso 17 ottobre perdite per 600 milioni di euro legate a operazioni sul mercato, concluse tra metà settembre e l’inizio di ottobre.

Secondo il quotidiano francese Les Echos, l’ammontare delle perdite sarebbe anche più alto, portando la cifra finale a 751 milioni di euro.

La perdita, oltre ad aver portato al licenziamento del trader, ha già toccato i vertici della banca che ha visto il licenziamento dei due più altri dirigenti della banca, Charles Milhaud et Nicolas Mérindol.

LA LISTA DELLE PIU’ GRANDI PERDITE DI BORSA DI TUTTI I TEMPI

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X