Fed e Fmi finanziano i paesi emergenti

A
A
A
Avatar di Redazione 30 Ottobre 2008 | 13:30
La Fed aprirà nuove linee di credito per Brasile e Messico, ma anche Corea del Sud e Singapore, con finanziamenti validi fino al 30 aprile 2009 per un importo pari a 30 miliardi di dollari. Mentre il Fmi fornirà prestiti trimestrali. Scopo delle due operazioni è migliorare l’operatività sui mercati del credito.

La Fed aprirà nuove linee di credito swaps per alcuni paesi emergenti.

Si tratta, in particolare di Brasile e Messico, ma anche Corea del Sud e Singapore. Ogni nazione potrà disporre di finanziamenti, fino al 30 aprile del 2009, per un importo pari a 30 miliardi di dollari, che saranno destinati a migliorare l’operatività sui rispettivi mercati del credito.

Altra importante operazione, quindi, per la Banca centrale americana che ieri ha tagliato il costo del denaro di 50 punti base,  dall’1,5% all’1%. Particolarità di questa iniziativa è data dal fatto che è la prima volta che la Federal Riserve adotta una misura del genere.

Anche il Fmi ha annunciato un nuovo programma di finanziamenti d’emergenza nei confronti di quei paesi emergenti che hanno avuto politiche economiche solide nel contrastare la crisi. I prestiti saranno di durata trimestrale ed i partecipanti che saranno ammessi potranno prendere a prestito fino al 500% della loro quota.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Coronavirus, bazooka Fed: tassi a zero

Fed, scure anti Coronavirus di Powell sui tassi

Fed, ecco un altro taglio

Fed a tutta liquidità

La Fed taglia i tassi di 25 punti base: l’ira di Trump, l’indifferenza dei mercati

Fed: Powell non soddisfa Wall Street

Pictet AM: “La Fed? Una presenza che si fa sentire nell’asset allocation”

Tassi, dalla Fed un assist a Trump

Fed: Powell a muso duro con Trump

Trump tira le orecchie alla Fed

Fed, i mercati si aspettano il taglio dei tassi

Fed, Powell pensa al taglio dei tassi

Fed: l’affondo di Trump

La Fed regala un rally ai bond

Fed, 2019 senza acuti sui tassi

Trump-Powell: duello a distanza

Fed, arriva l’easy stress test

Pictet: il dietro front della Fed

Usa, tassi fermi: la Fed si piega a Trump

Fed: i tassi negli Usa saliranno ancora

Tassi di interesse e obbigazioni emergenti, la mixology d’investimento di M&G

UBP: l’oro risente delle politiche della Fed

La Fed lancia la pagina Facebook

Mirabaud AM: Fed, probabile rialzo tassi a dicembre

Fidelity, il mercato azionario Usa ha solide prospettive

Natixis Global AM: 3 strategie da seguire con la Fed che aumenta i tassi

Stress test, la Fed promuove tutte le 31 banche

Quantitative easing, la Fed non stampò moneta

Le mosse della Fed? Quasi un rebus

Moody’s promuove il piano monetario della Fed

FED, sotto attacco dai repubblicani

Fed più vicina al quantitative easing

Bernanke: rischio deflazione

NEWSLETTER
Iscriviti
X