Consulenti e gestori, vogliamo "direzionalità"

A
A
A
di Redazione 3 Novembre 2008 | 11:30
Apertura di settimana positiva per le principali piazze finanziarie europee, spinte dall’ottima chiusura di Hong Kong. Ma quella iniziata sarà anche decisiva, elezioni USA e manovre dei governi europei sono alla porta. E adesso gestori, consulenti e addetti ai lavori, sperano nel ritorno della tanto attesa direzionalità delle borse.

Novembre si apre positivamente per le piazze finanziarie, un mese carico di eventi, dove a tenere banco saranno le elezioni americane, le manovre delle banche centrali ed infine le strategie dei governi.

Proprio di governi si parla nelle ultime ore, secondo “Le Figaro”, il ministro francese, Francois Fillon, avrebbe parlato di un possibile ingresso nel capitale sociale nelle banche francesi da parte dello stesso governo francese.
Un intervento drastico quello annunciato, se infatti le banche francesi non dovessero appoggiare le imprese, lo stesso governo potrebbe ritirare i prestiti erogati alle istituzioni finanziarie in difficoltà. Lo stesso Fillon ha poi aggiunto che “Se ritiriamo questi soldi, le banche si troveranno in difficoltà e, quindi, in quel momento si presenterà la questione di un ingresso nel loro capitale, magari cambiandone i manager e controllandone la strategia”.

A piazza affari invece si fa rivedere Banco Santander, nel week end è stato ipotizzato l’interesse del gruppo spagnolo per Monte dei Paschi. Rumors smentito dalla stessa banca senese. Per quanto riguarda invece Banco Santander, l’istituto Iberico non ha commentato. Tuttavia siamo già a due, prima un ipotetico interesse di Unicredit, adesso di MPS. Forse il colosso finanziario spagnolo è davvero interessato al mercato italiano, e forse si sta guardando in giro per capire quale possa essere l’affare migliore.

Sul fronte BCE, anche se ufficialmente il taglio dei tassi dovrebbe avvenire a dicembre, il mercato si aspetta un intervento a giorni, dopo la Federal Reserve, adesso anche la banca del Giappone ha infatti effettuato un taglio sui tassi, dello –0.20%.
Una settimana intensa, forse decisiva, gestori, consulenti e addetti ai lavori vogliono la direzionalità. Pretendono che le elezioni USA e le manovre dei governi forniscano all’economia ed alla finanza una spinta, che possa riportare fiducia e possibili nuovi trend di mercato.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 59,45 EUR -4,34%
American Express Nyse 27,5 USD +5,52%
Anima Borsa Italiana 1,37 EUR -0,07%
Axa Euronext 14,85 USD -2,30%
Azimut Borsa Italiana 4,46 EUR +1,85%
Banca Generali Borsa Italiana 3,55 EUR +1,75%
Bank of NY Mellon Nyse 32,99 USD +4,66%
Barclays Lse 10,73 USD -21,1%
BlackRock Nyse 131,34 USD +1,21%
BNP BNP 56 EUR +2,44%
Citigroup Inc Nyse 13,65 USD +4,11%
Credit Agricole Euronext 11,23 EUR +8,86%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 43,42 CHF +4,58%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 29,95 EUR +2,92%
Dexia Euronext 4,068 EUR +2,88%
Fortis Euronext 0,89 EUR +5,95%
FT Inv. Nyse 68 USD +5,13%
Goldman Sachs Nyse 92,5 USD +1,52%
Henderson Lse 52,5 GBp -1,86%
HSBC Investments Lse 762 GBp -2,30%
ING Euronext 7,23 EUR +2,33%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 2,84 EUR +1,88%
Invesco Nyse 14,91 USD +3,75%
Janus Capital Group Nyse 11,74 USD +2,53%
Jp Morgan Nyse 41,25 USD +9,64%
Julius Baer Swiss Market Exchange 45,02 CHF +6,94%
Legg Mason Nyse 22,19 USD +6,88%
Man Group Lse 356 GBp +0,14%
Mediobanca Borsa Italiana 8,88 EUR +1,23%
Mediolanum Borsa Italiana 3,04 EUR -0,31%
Morgan Stanley Nyse 17,47 USD +8,57%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1,51 EUR +5,01%
Natixis Euronext 1,71 EUR +5,56%
Nordea bank Omxnordicexchange 61 SEK -3,17%
Raiffeisen Wiener Borse 24,5 EUR -1,96%
Schroders Lse 791 GBp +3,39%
Skandia (Old Mutual) Lse 50,1 GBp -16,5%
State Street Nyse 43,35 USD +2,14%
Ubs Swiss Market Exchange 19,35 CHF +8,40%
Unicredit Borsa Italiana 1,88 EUR +5,83%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti