Barclays scende dalla Fiat e sale in elicottero

A
A
A
di Redazione 12 Novembre 2008 | 15:15
Com’era prevedibile la turbolenza e la crisi economica trascinano con se anche il settore automobilistico. E gli asset manager globali iniziano a “scaricare” i titoli di quel settore. Oggi è il turno di Fiat, che continua a scendere pesantemente a Piazza Affari.

Mentre gli ultimi dati evidenziano il crollo delle immatricolazioni e sembra che anche un colosso come General Motors abbia qualche problemino,il 6 novembre scorso Barclays Global Investors UK Holdings ha ridotto la sua partecipazione in Fiat.

L’asset manager britannico ha infatti portato sotto la soglia del 2% la partecipazione detenuta nel capitale della casa automobilistica torinese dal 2,903% che aveva in mano dal 26 novembre 2007. Mentre la performance a un anno del titolo Fiat è negativa per il 71%, la quotazione alle 15:30 di oggi si aggira intorno a 5,57 euro (-5,27%).

Sempre il 6 novembre scorso Barclays è entrata nel capitale di Finmeccanica con il 2,015%. La quota, precisa la Consob nel bollettino quotidiano sulle partecipazioni rilevanti, è detenuta in indiretta gestione del risparmio.

Oggi il titolo dellla holding attiva nel settore dell’alta tecnologia e tra i primi dieci player mondiali nell’Aerospazio, perde in Borsa circa il 2% mentre da inizio anno il rosso è del 13%. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti