Tremonti lancia un monito ai banchieri italiani

A
A
A
di Redazione 13 Novembre 2008 | 08:45
Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, nel suo intervento alla commissione Finanze del Senato ha ribadito alcuni concetti base sul piano salva-banche, lanciando un avvertimento ai numeri uno degli istituti di credito.

Oramai è ufficiale il Governo di Berlusconi utilizzerà la formula del prestito obbligazionario per aiutare le banche in difficoltà.

Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, nel suo intervento alla commissione Finanze del Senato,ha però ribadito che il Governo non intende dare soldi alle banche ma all’economia, così come con il decreto approvato a ottobre non ha voluto salvare i banchieri, ma il risparmio.

E’ molto probabile che il Tesoro realizzerà un’emissione obbligazionaria per fornire agli istituti di credito la possibilità di integrare e rafforzare la loro base patrimoniale”.

Tremonti ha poi osservato che al momento nessuno Stato in Europa ha ancora presentato un piano di sostegno per l’economia
, se non negli ultimi giorni e ha affermato che il governo italiano lo farà dopo le indicazioni che nasceranno dal summit del G20, questo fine settimana a Washington, che dovrebbe concludersi con il via libera a interventi di stimolo per l’economia.

Ma il ministro ha infine lanciato un monito ai numeri uno degli istituti di credito: “se la banca fallisce, i banchieri o andranno a casa, o finiranno in galera”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ansiogeno Tremonti

Europa, la ricetta di Tremonti

Sale il rendimento dei BOT

NEWSLETTER
Iscriviti
X