Crisi? Io non ci casco più

A
A
A

Cosa è successo? Come è possibile gestire i propri risparmi? Cosa significa pianificare? Cosa posso fare oggi per salvare i miei risparmi? Quattro domande semplici che si trasformano, in un manuale, in quattro soluzioni concrete.

di Redazione28 novembre 2008 | 11:30

Perché non sapere le cose non è un’attenuante bensì un’aggravante. Perché non è necessario un master in finanza per capire qualcosa. Perché al mondo non tutti sono maledetti imbroglioni. Ma anche se lo fossero, tu cosa fai? Parte da queste constatazioni il manuale “Io non ci casco più! I primi quattro passi per rialzarsi da questa crisi finanziaria”, realizzato da Azimut SGR in collaborazione con il Corriere della Sera e in edicola a partire dal primo dicembre.

Paolo Martini (Direttore Marketing e Formazione del Gruppo Azimut), Andrea Milesio (Responsabile Sviluppo Area Banche del Gruppo Azimut) e Alberto Fedel (Amministratore Delegato di Newton Management Innovation SpA) sono gli autori di questo manuale che si rivolge a tutti coloro che desiderano capire cosa sia successo nell’autunno del 2008 (il primo passo), che desiderano approfondire il tema della gestione dei propri risparmi (il secondo passo), che desiderano scoprire le regole base della pianificazione finanziaria (il terzo passo) e che desiderano comprendere la situazione attuale per fare subito le scelte più adeguate (il quarto passo).

Il tutto trattato in maniera competente ma non accademica, con uno stile provocatorio e critico e senza dimenticare l’obiettivo ultimo del libro: spiegare e aiutare a costruire e gestire il proprio destino finanziario.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Banco Bpm prudente, ma si attendono novità positive

BANCHE PRUDENTI IN ATTESA DELLA BCE– L’attesa per gli annunci odierni della Bce fa scatt ...

“Abusivi” degli investimenti, nuove società segnalate dalle autorità di vigilanza

Diverse realtà attive negli investimenti finite nel mirino ...

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

JOHN CRYAN SPERA IN TASSI PIU’ ALTI – Non è più solo la Bundesbank a premere affinchè ...