Italiani: popolo di risparmiatori o consumatori? Ecco l’infografica

A
A
A
di Finanza Operativa 21 Settembre 2016 | 13:00

1.350 miliardi di euro è una cifra da capogiro, più alta del PIL di molti paesi del mondo. Ma è anche l’ammontare totale dei prodotti di risparmio gestito, in Italia, nel 2015. A prima vista, si direbbe che gli Italiani sono degli avidi risparmiatori, ma scendendo un po’ nel dettaglio, si rimane stupiti constatando che le motivazioni principali che ci spingono a risparmiare sono gli imprevisti (48%), i figli (22,9%) e la vecchiaia (18,9%), dipingendo un quadro diverso da quello del “risparmiatore=taccagno”.

Si tratta solo di alcuni dei dati raccolti in quest’infografica realizzata da directafin spa, azienda specializzata in prestiti online e cessione del quinto. I dati, raccolti da fonti ufficiali quali Istat, Centro Einaudi e Prometeia, dipingono un quadro interessanti delle abitudini degli Italiani sotto l’aspetto dei risparmi e dei consumi.

Se la tendenza, quindi, è comunque quella di mettere via e accumulare per essere pronti ad ogni evenienza, tuttavia le spese mensili non sono così contenute come si potrebbe immaginare. In base all’occupazione professionale, infatti, si va dai 3.585€ al mese per imprenditori e liberi professionisti, ai 1.782 di chi è alla ricerca di un lavoro. È necessaria, però, una precisazione: oltre il 36% delle spese mensili è destinato all’abitazione e alle bollette, che di certo non rientrano nelle attività di “svago e piacere”.

Non per questo gli abitanti del Bel Paese sono da considerarsi poco propensi ai piaceri della vita, visto che comunque un buon 10% complessivo della spesa mensile se ne va in cultura, spettacoli e servizi ricettivi e di ristorazione.

Per tutte le altre informazioni sulle abitudini di risparmio e consumo degli Italiani, vi rimandiamo all’infografica che troverete cliccando qui!

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, montagne russe in vista per consumatori e Borse Usa

Bain & Company: consumatori incerti, cauti e riluttanti a tornare alla normalità

L’umore dei vertici nelle aziende è peggiorato più rapidamente che tra i consumatori

NEWSLETTER
Iscriviti
X