Wall Street perde quota, delude la trimestrale di Apple

A
A
A
di Luca Spoldi 26 Ottobre 2016 | 14:09
Wall Street apre la seduta perdendo mezzo punto, complici alcune trimestrali deludenti come quella di Apple. Deboli anche i T-bond e il petrolio, che oscilla a 49 dollari al barile

NEW YORK IN ROSSO, CADE APPLE – Wall Street apre in calo, col Dow Jones a -0,45% dopo una mezzora di scambi, mentre il Nasdaq cede lo 0,61% e l’S&P500 è indicato a -0,46%. Tra le blue chip della borsa di New York perde quota Apple (-3,5%), le cui vendite nell’esercizio fiscale 2016 (chiuso il 30 settembre) sono calate per la prima volta dal 2001 a 216 miliardi dai 234 miliardi record dell’esercizio precedente a causa del successo calante degli iPhone soprattutto in Cina (dove la casa della mela soffre la concorrenza di produttori come Xiaomi e Huawei).

VOLA AKAMAI TECHNOLOGIES, BENE TWITTER – In affanno anche le linee aeree come Southwest Airlines e American Airlines, oltre al gruppo 3M, che ha ridotto le previsioni per l’interno 2016, mentre corrono alcuni high-tech come Akamai Technologies e Juniper Networks, con anche Twitter in recupero di un paio di punti percentuali.

T-BOND FRENANO, PETROLIO A 49 DOLLARI – I T-bond dal canto loro vedono il rendimento del bond decennale risalire sull’1,78% e quello del trentennale sul 2,51%. L’oro oscilla a 1.273 dollari l’oncia, poco sotto la chiusura di ieri, l’argento è a 17,71 dollari (solo 7 centesimi meno del precedente fixing) e il petrolio è in calo di quasi un dollaro a 49,04 dollari al barile.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati: per Amazon ed Apple trimestrali in chiaroscuro

Gli Etf arricchiscono le big tech. Da sole capitalizzano quasi il 40% del Nasdaq

Disinvestire dalle big tech? Prematuro, nonostante le nuvole all’orizzonte

NEWSLETTER
Iscriviti
X