Wall Street apre novembre con un lieve calo degli indici

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 1 Novembre 2016 | 15:18
Ottobre si è chiuso in rosso a Wall Street, che apre novembre con un ulteriore lieve calo. Debole Pfizer, in ripresa Chevron. Tassi ancora sù, rimbalzano oro e petrolio

NEW YORK APRE NOVEMBRE IN PUNTA DI PIEDI – Inizio di seduta sottotono a New York, che ha terminato ottobre in calo con l’indice S&P500 a -1,9% rispetto a fine settembre, il Dow Jones a -0,9% e il Nasdaq a -2,3%. Dopo una mezzora di scambio l’S&P500 oggi segna -0,26%, il Dow Jones oscilla a -0,13% e il Nasdaq è a -0,12%, mentre le small cap del Russell 2000 perdono lo 0,56%.

PFIZER E CATERPILLAR IN CALO, BENE CHEVRON E MERCK – Tra le blue chip americane cede circa un punto Pfizer dopo una trimestrale chiusa con un utile netto in calo del 38% annuo a 1,32 miliardi di dollari, complice la cessione delle attività di terapia infusionale Hospira a Icu Medical e la decisione di sospendere lo sviluppo del per la cura del colesterolo farmaco Bococizumab. Debole anche Caterpillar, mentre sono in rialzo Chevron, grazie al rimbalzo del prezzo del petrolio, e Merck.

T-BOND, PROSEGUE RIALZO TASSI IN ATTESA DI DICEMBRE – I T-bond dal canto loro proseguono il calo, coi rendimenti che vanno risalendo gradualmente in vista del probabile ritocco dei tassi all’insù a dicembre, qualunque sia il presidente che succederà a Barack Obama. Il rendimento sul decennale tocca così l’1,85% mentre quello sul trentennale arriva al 2,59%. L’oro rimbalza a 1.289,40 dollari l’oncia (16,3 dollari meglio di venerdì scorso), l’argento è indicato a 18,45 dollari (65 centesimi di guadagno) e il petrolio a 47,08 dollari al barile, 22 centesimi sopra l’ultimo fixing di ottobre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: c’è sempre spazio per i bond

Asset allocation: occhio al rischio inflazione per i bond

Investimenti, il miraggio del 3%

NEWSLETTER
Iscriviti
X