Blueindex: Kepler affonda Bpm, Jp Morgan limita i danni

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 3 Novembre 2016 | 11:48
Ieri nessuno dei 40 componenti del Blueindex è riuscito a evitare una chiusura in calo. Se Jp Morgan ha limitato i danni (-0,42%), il conto più salato è toccato a Bpm (-7,69%)

BLUEINDEX IN ROSSO TOTALE – Seduta che si chiude con un “en plein” per l’indice Blueindex, ma di segno negativo: nessuno dei 40 componenti del paniere è infatti riuscito a evitare di chiudere in calo ieri sera, con Jp Morgan (-0,42%) unico titolo a perdere meno dello 0,5% a fine giornata e per questo primo della classifica quotidiana davanti a Old Mutual (-0,6%) e BlackRock (-0,69%).

BPM FA PEGGIO DI TUTTI – In coda al gruppo, in una giornata che si è rivelata pesante per il comparto finanziario di Piazza Affari dopo una seduta interlocutoria martedì a causa della concomitante festività di Ognissanti, chiudono quattro titoli italiani: Mediobanca (-4,02%), Mps (-4,25%), Unicredit (-4,95%) e Bpm (-7,69%), colpita dalla decisione di Kepler-Cheuvreux di tagliare le stime e il target price (da 2,7 a 2,45 euro) del “promesso sposo” Banco Popolare.

2016 ANNO CRITICO PER LE POPOLARI – Da inizio anno Bpm torna così a perdere il 58,7%, mentre il Banco Popolare segna ora -74,7%, un risultato quest’ultimo migliore solo di quello di Mps (-81% da inizio anno). Entrambi i titoli fanno molto peggio sia del Ftse Mib (-23,1% da inizio anno) sia dell’indice Eurostoxx Banche (-21,8%) a conferma della fase delicata che sta attraversando il comparto bancario popolare italiano, alle prese col problema dello smaltimento dello stock di sofferenze e crediti deteriorati accumulatisi in bilancio con l’esigenza di procedere a nuove integrazioni nonostante l’opposizione dei soci di controllo e dei sindacati interni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Risiko Banche, occhi puntati su Unicredit

Banche, quanto sono costati quei diamanti galeotti

Unicredit, cosa c’è sul Banco

NEWSLETTER
Iscriviti
X