Trump sta vincendo, mercati finanziari mondiali nel panico

A
A
A

Donald Trump si avvia ad essere il 45esimo presidente degli Stati Uniti. Il risultato sovverte i pronostici e getta i mercati nel panico. Volano i beni rifugio dall’oro ai T-bond

Luca Spoldi di Luca Spoldi9 novembre 2016 | 06:51

DONALD TRUMP A UN PASSO DALLA VITTORIA – Seggi chiusi in tutti gli Stati Uniti e Donald Trump balza in testa in base ai primi conteggi, aggiudicandosi stati chiave come la Florida, l’Ohio, la North Carolina, l’Iowa e la Pennsylvania. Manca ancora la conferma ufficiale, ma il vantaggio è ormai pressoché incolmabile e genera una immediata e negativa reazione dei mercati finanziari mondiali, che ancora ieri avevano scommesso su una vittoria di Hillary Clinton. Per di più i Repubblicani sembrano “tenere” il Senato (perdendo solo un seggio e conservando la maggioranza) e la Camera (5 seggi persi, ma ampia maggioranza conservata), guadagnando 5 dei 9 seggi da governatore in palio (due in più rispetto alle amministrazioni uscenti). Un plebiscito “anti sistema” che getta i mercati nel panico.

MERCATI CROLLANO IN TUTTO IL MONDO – Mentre i future sull’indice S&P500 cedono oltre il 4% nelle contrattazioni automatiche prima dell’avvio della seduta regolare (che aprirà alle 15.30 ore italiana), il peso messicano crolla del 12%, la peggiore variazione quotidiana mai registrata, per il timore che Trump dia seguito alle minacce protezionistiche di cui ha infarcito la propria campagna elettorale. In calo anche tutti i mercati asiatici, con Tokyo che si avvia a chiudere con un calo superiore al 5%, mentre Hong Kong cerca di contenere a meno del 3% il calo. Cala infine il petrolio, al momento sotto i 44 dollari al barile (-2,4%).

LA LIQUIDITA’ VOLA VERSO I BENI RIFUGIO – In allungo tutti i beni rifugio: l’oro guadagna il 3,25% risalendo sopra i 1.315 dollari l’oncia, il franco svizzero e l’euro salgono di oltre il 2% sul dollaro, lo yen sfiora addirittura il 4% (e contribuisce ad affossare gli esportatori quotati sul listino di Tokyo), i T-bond vedono il rendimento calare all’1,81% sul decennale e al 2,65% sul trentennale. Tutti, indici azionari, valute e bond, tendono peraltro a ridurre l’oscillazione rispetto a questa notte quando la vittoria è apparsa possibile dopo un iniziale avvio positivo della Clinton. Passata la delusione, i mercati vorranno capire cosa realmente comporterà una vittoria di Trump che potrà contare anche su un Congresso saldamente a guida repubblicana.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

La crisi fa bene allo spread

Oggi su BLUERATING NEWS: affare Commerz, Eurizon in Lussemburgo

Borse, BlackRock aspetta il rally

Day after Bce, titoli bancari col fiato corto

Borse‎, l’incertezza politica minaccia i listini mondiali

Il G20 da la scossa alle borse

Borse mondiali, ottobre rosso: il calo è di 7000 mld

Pictet Asset Management, Roadshow invernale ai nastri di partenza

Joseph Little (Hsbc Global Asset Management): spazio ai portafogli diversificati

Da Swiss Re a Generali, assicurativi aprono in ripresa in Europa

Bank of America: a questi livelli è sempre più concreto il rischio “bolla”

Corea del Nord, i mercati non credono all’escalation militare

Borse europee aprono in leggero rialzo, occhio a Bce e Fed

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

La Bank of England non usa toni da “falco”, lima le stime su Pil e paghe

Sterlina in ripresa, borse caute in attesa della Bank of England

Saudi Aramco, sarà Londra la prescelta?

Wall Street indietreggia, le borse europee scendono

Julius Baer vola in borsa dopo i numeri della semestrale

Carmignac: sui mercati regna un ottimismo razionale

Cambio della guardia ai vertici di Vanguard, come reagirà il mercato?

Bce: tutto fermo su tassi e quantitative easing

Fca prova a far ripartire i diesel negli Usa

La Brexit può costare caro all’immobiliare britannico, i gestori preferiscono i titoli spagnoli

Aramco: troppo pochi investimenti nel settore petrolifero

Le precisazioni della Bce fanno ripartire borse e bond

Jp Morgan: sui mercati un eccesso di uniformità di vedute

Borse europee, una mattinata ricca di spunti operativi

Nomura: per gli investitori istituzionali la Borsa di Tokyo è destinata a salire

La BoJ non cambia idea, le borse ringraziano

Pictet AM: “Altri rialzi in vista per le borse”

Elezioni inglesi: conservatori in calo, governo in minoranza

Giornata ricca di appuntamenti per le borse europee

Ti può anche interessare

Bluerating Awards: CheBanca!, ecco i cf in nomination

Consulenti di fama, area manager e giovani talenti. Fra qualche settimana saranno premiati a Milano ...

Conti pubblici, continua il pressing Ue sull’Italia

“All’Italia serve una manovra correttiva”. Non è stato tenero il vicepresidente d ...

La Bce defibrilla l’economia: tassi invariati e nuovi prestiti alle banche

La banca centrale annuncia una nuova serie di finanziamenti agevolati alle banche per stimolare l'ec ...