Investimenti: su cosa puntare con Trump presidente

A
A
A

Trump è il 45esimo presidente Usa, le borse superato il panico attenderanno segnali concreti per capire che fare. Occhio all’oro e ai T-bond, ma anche ai mercati emergenti

Luca Spoldi di Luca Spoldi9 novembre 2016 | 08:32

DOPO IL PANICO I MERCATI ATTENDERANNO SEGNALI – C’è fermento nelle redazioni economiche delle maggiori testate mondiali, per offrire un quadro aggiornato delle prospettive dei mercati dopo la ormai certa elezione di Donald Trump (coi voti di almeno 276 grandi elettori, contro i 270 richiesti) alla presidenza degli Stati Uniti. Scontata l’immediate reazione negativa delle borse e il calo del dollaro, e l’altrettanto immediato apprezzamento dei beni rifugio a partire da oro e T-bond, i mercati dovrebbero poter recuperare terreno ma i tempi e i modi del recupero dipenderanno dalle concrete scelte dell’amministrazione Trump e in particolar dei “segnali di ragionevolezza” che il 45esimo presidente Usa manderà ai mercati.

PUNTARE SU ORO E DIVIDENDI – Per chi volesse provare a fare trading in queste ore, molti gestori americani consigliano di stare sull’oro, direttamente con Etf o attraverso titoli minerari come Barrick Gold. Anche i mercati emergenti potrebbero trarre giovamento dalla vittoria di Trump, specie se questa significasse una risalita dell’inflazione (e in generale se la domanda di materie prime tornasse a salire). A Wall Street potrebbero tornare a recuperare terreno i titoli che staccano dividendi elevati, mentre è più incerta la reazione di un settore come quello medicale-farmaceutico, perché Trump potrebbe eliminare la riforma sanitaria di Barack Obama sfruttando la maggioranza repubblicana al Congresso, ma ha anche dichiarato più volte di voler aumentare le importazioni di medicinali dall’estero per contenere i prezzi delle cure.

PER TASSI E BOND POCO CAMBIA – Quanto ai tassi e ai bond, lo scenario resta sostanzialmente immutato con una previsione di tassi moderati ancora per molti anni ma questo non dovrebbe evitare l’atteso rialzo dei tassi ufficiali da parte della Federal Reserve. Questo significa che i T-bond non hanno molto spazio per correre, salvo che per movimenti legati alla ricerca di un parcheggio “sicuro” per la liquidità in fuga dall’azionario. A medio termine, infatti, il rendimento sui T-bond continua ad essere visto sopra il 2% annuo (contro l’1,80%-1,85% attorno a cui oscilla in queste ore).


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Credit Suisse, i bond sulle ali del Dragone

Due nuovi bond da Collezione

Se il credito deteriorato si trasforma in bond

Credit Suisse, rendimento sulla rotta di Marco Polo

Credit Suisse, la bussola dei bond

Quel bond strutturato acquistato in execution only

Obbligazioni, Iccrea Banca propone un nuovo bond senior

Ccteu e Btp sono i protagonisti della nuova infornata del Mef

Banca Imi, tris di bond in dollari e rubli

UniCredit, successo per i nuovi bond cuscinetto

Bond subordinati Mps, come ottenere i risarcimenti

Iccrea banca, emesso bond da 600 milioni

Bank of America: attenti agli emittenti “zombie” in caso di rialzo dei tassi in Europa

Bank of America: a questi livelli è sempre più concreto il rischio “bolla”

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

Fideuram Ispb colloca un bond di Intesa Sanpaolo

Wall Street consolida i record storici dopo il nulla di fatto della Federal Reserve

Grecia: bene il nuovo bond a 5 anni, ma la strada è ancora lunga

State Street: dopo il meeting della Bce euro può flettere, bond recuperare

Bce: tutto fermo su tassi e quantitative easing

Per la Grecia è presto per tornare a emettere nuovi titoli di stato

Da Banca Leonardo un bond per puntare sull’agricoltura

Credem emette un bond da 100 milioni

Le precisazioni della Bce fanno ripartire borse e bond

Jp Morgan: sui mercati un eccesso di uniformità di vedute

Bpvi – Veneto Banca, la soluzione Intesa Sanpaolo non entusiasma tutti

State Street: rendimenti sui T-bond e dollaro visti in calo dopo ultima mossa Fed

Btp a 30 anni, nuova emissione in arrivo

Titoli di stato italiani, i rendimenti non sono adeguati al rischio

Andrew Balls (Pimco): state attenti ai titoli di stato italiani, rendonon troppo poco

Titoli di stato: la domanda spinge i rendimenti verso il basso

Btp Italia, il Tesoro riacquisterà 3 miliardi della quinta emissione

Btp Italia: quasi 8,6 miliardi collocati dell’undicesima emissione

Ti può anche interessare

Consulenti, un webinar sulle ali dell’indipendenza

I Cf Webinars sbarcano al Fee Only Summit di Verona ...

Ocf, cresce il popolo degli autonomi

I nuovi iscritti nella sezione ...

Gam, un terzo delle masse in più

Cresce del 31% il patrimonio in gestione ...