Hsbc: Trump presidente fa salire il rischio protezionismo

A
A
A

Per gli esperti di Hsbc con Donald Trump presidente sale il rischio di un protezionismo Usa, che a sua volta potrebbe scatenare guerre commerciali e valutarie in Europa e Asia

Luca Spoldi di Luca Spoldi9 novembre 2016 | 15:58

HSBC: CON TRUMP CRESCONO I RISCHI – L’elezione di Donald Trump quale 45esimo presidente americano “rappresenta un voto a favore di politiche più isolazioniste negli Usa” e causerà “una maggiore incertezza per l’economia globale, un maggiore rischio di protezionismo commerciale” e avrà “implicazioni sulle politiche monetarie, fiscali e valutarie” anche fuori dagli Stati Uniti. Lo scrivono in una nota gli analisti di Hsbc, sottolineando come il nuovo presidente stia causando un gran tumulto nei mercati azionari e valutari.

BCE ESTENDERA’ QUANTITATIVE EASING – Secondo gli esperti Trump rischia anche di avere un impatto sui livelli di fiducia dei consumatori e delle aziende, dato che “l’aumento dell’incertezza tipicamente porta a un indebolimento della crescita causati da ritardi negli investimenti e dei consumi, oltre a una frenata nell’occupazione”. Per quanto riguarda l’Europa invece, “con l’apprezzamento dell’euro, la decisione di un’ulteriore estensione del Quantitative Easing da parte della Bce in occasione della prossima riunione di dicembre sembra sempre più inevitabile”, ma non solo.

SI VA VERSO GUERRE COMMERCIALI E VALUTARIE? – Potrebbe anche “essere imminente un qualche tipo di risposta politica da parte di Bank of Japan e Swiss National Bank, anche a livello valutario”. A medio termine se una politica fiscale più flessibile “potrebbe essere utile per la domanda globale”, il rischio di maggiore protezionismo da parte degli Stati Uniti “potrebbe potenzialmente danneggiare sia l’economia americana che l’export e la crescita del Pil nei suoi partner commerciali, in particolare Messico e Cina”. A seconda delle misure specifiche che saranno intraprese, ci si potrà poi “aspettare misure di ritorsione, così come potrebbe crescere il rischio di guerre commerciali e valutarie” che certo non aiuterebbero né i mercati né la crescita economica mondiale.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche, si avvicina il novembre nero

Vigilanza Bce, Enria in lizza per sostituire la Nouy

Il controllore bacchettato

Aberdeen Standard Investments: Bce, una decisione hawkish

Bce, il QE ci lascia in autunno. Forse

Esame Srep superato per le banche italiane

Credem supera l’esame della solidità patrimoniale

Credit Suisse: nuove regole Bce negative per le banche italiane

Bank of America: attenti agli emittenti “zombie” in caso di rialzo dei tassi in Europa

Bce: Draghi accenna a discussione su QE, euro dollaro sulle montagne russe

Borse europee aprono in leggero rialzo, occhio a Bce e Fed

Allianz GI: Bce, quale scenario per la riunione del 7?

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Mutui, che succederà quando la Bce interromperà il QE?

State Street: dopo il meeting della Bce euro può flettere, bond recuperare

Bce: tutto fermo su tassi e quantitative easing

Borse a ritmo ridotto, si attendono le parole di Mario Draghi

Banco Bpm frena, per Mediobanca sofferenze valgono il 5% del nominale

Banche centrali valutano ritorno alla normalità, bond e dollaro in calo

Le precisazioni della Bce fanno ripartire borse e bond

Standard and Poor’s: la pazienza della Bce sta diventando leggendaria

Banca Carige, la Bce dà tempo fino al 23 giugno per fornire informazioni

Draghi (Bce): nessuna novità per tassi e QE, crescita si rafforza senza inflazione

Banco Popular, non passa la paura

Commerzbank propone prepensionamenti

Draghi (Bce) non cambia idea su misure straordinarie: restano necessarie

Grecia: accordo sulle nuove misure di austerity, ma Fmi resta critico

Draghi (Bce) più ottimista sulla ripresa, ma i tassi resteranno fermi a lungo

Draghi: non è ancora ora di cambiare la politica monetaria della Bce

Rumors: BpVi e Veneto Banca sarebbero solvibili per la Bce

Coeure: tassi a breve negativi, non dipende dalla Bce

Bce: all’ultima asta Tltro protagoniste ancora una volta le banche italiane

Bce: per Credit Suisse aumento tassi sui depositi può precedere conclusione QE

Ti può anche interessare

Banco Desio, una semestrale all’insegna della solidità

Buone notizie sul fronte coverage e sulle cessioni di npl ...

De Vito (4Timing Sim) : “Con Mifid 2 vince chi è senza conflitti d’interesse”

Il commento di dell’a.d. della nota società di consulenza sugli effetti della direttiva europea. ...

Bce, il QE ci lascia in autunno. Forse

I tassi di interesse rimangono invariati, così come le politiche relative al quantitative easing, s ...