Piazza Affari chiude in pareggio, tra il calo di Mps e la salita di Saipem

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 15 Novembre 2016 | 17:13
Molti alti e bassi ma a fine giornata gli indici di Piazza Affari chiudono poco distanti dai valori della vigilia. Tra i titoli Mps cade, male anche Ferragamo mentre corre Saipem

PIAZZA AFFARI RESTA VICINA AI LIVELLI DI IERI – Giornata ricca di alti e bassi a Piazza Affari, dove il rimbalzo dei titoli petroliferi e dei servizi di pubblica utilità si contrappone a una nuova seduta sofferta per banche e per Salvatore Ferragamo, affossata da una trimestrale inferiore alle attese. A fine seduta l’indice Ftse Mib segna così -0,02%, il Ftse Italia All-Share chiude a -0,08% e il Ftse Italia Star cede lo 0,17%.

SAIPEM RIMBALZA, MPS AFFONDA – Tra le blue chip italiane si mettono in luce Saipem, che recupera il 3,67% sfruttando il rimbalzo a 46,2 dollari al barile del greggio. Bene anche Campari, Eni, Snam e Buzzi Unicem, tutte attorno ai 3 punti di guadagno. Al contrario Mps, dopo l’annunciata cessione di Juliet (la piattaforma che gestirà parte degli Npl di Siena) a Cerved per 105 milioni di euro e l’intenzione di promuovere un’Opa su 11 emissioni di bond Lower Tier 1 e Lower Tier 2, per un controvalore complessivo di 4,28 miliardi di euro, con obbligo di reinvestimento del corrispettivo in azioni ordinarie Mps di nuova emissione, sprofonda a 25,19 centesimi per azione (-10%).

LA TRIMESTRALE DI FERRAGAMO NON PIACE – Alle sue spalle oltre a Salvatore Ferragamo (-6,46%), affossata come detto dai conti trimestrali, segnano perdite superiori ai 4 punti anche Ubi Banca (che in attesa della conclusione della vicenda “good bank” prosegue col progetto di banca unica, con la stipula degli atti di fusione per incorporazione di Banca Popolare del Commercio e Industria e Banca Regionale Europea nella capogruppo Ubi) e Unicredit, mentre Intesa Sanpaolo chiude a -2,27%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mps, cresce la valutazione del rischio sulle controversie legali

Risiko bancario, quattro banche per tre ipotesi

Mps e derivati, condanna per Profumo e Viola

Axa Im pesca il Jolly italiano

Widiba, il consulente milionario tra bonus e incentivi

Mps, nuovo deal con Illimity sugli npl

Officina Mps: al via la call sull’open banking

Mps, Mussari e Vigni condannati a 7 anni

Mps, rallentano utili e ricavi

Rendiconti ex Mifid 2 e trasparenza, Mps in prima linea

Mps, avanti con la ristrutturazione della rete

Cardamone, da Widiba alla consulenza

Banche, il risveglio dei bond

Addio a Mario Incrocci, nome storico delle reti

Mps, exit strategy del Mef

Mps, boom del bond

Mps, i pm chiedono 8 anni per Mussari

Mps, pulizia da 8 miliardi

Mps e i preparativi per le nozze

Mps, i 2 paperoni di Widiba

Diamanti in banca, partono i rimborsi

Truffa diamanti, “margini fino al 18% per la banche”

Mps, Morelli apre ad una alleanza

Mps valuta il bond rateizzato

Mps torna sul mercato, bond da 750 mln

Competenze, competizione e crescita per il private di Mps

Mps torna sul mercato

Diamanti: Mps, il rimborso ritarda…ma arriva

Proseguono le “pulizie” in casa Mps

Mps-Axa, ecco la fusion tra unit linked e gestione separata

Mps, avanti sulla cartolarizzazione delle sofferenze

Pasquini al vertice di Mps Leasing & Factoring

Mps, il private si tinge di Candriam

NEWSLETTER
Iscriviti
X