Royal Bank of Scotland in calo a Londra dopo bocciatura stress test

A
A
A
di Luca Spoldi 30 Novembre 2016 | 11:22
Royal Bank of Scotland non passa gli stress test, rafforzerà il capitale per 2 miliardi tramite cessioni. Dietro la lavagna anche Barclays e Standard Chartered

RBS CALA DOPO FALLIMENTO STRESS TEST – Royal Bank of Scotland in calo del 3,9% a Londra, dopo la bocciatura agli stress test della Bank of England. L’istituto, peraltro, già durante la fase di esame ha predisposto un piano di rafforzamento del capitale da 2 miliardi di sterline attraverso la cessione di attività non strategiche, secondo quanto reso noto stamane dall’autorità di regolazione prudenziale della banca centrale britannica.

BARCKAYS E STANDARD CHARTERED RIMANDATE – Dotazione di capitale inadeguata anche per Barclays (che stamane cede lo 0,7% a Londra) e Standard Chartered (-0,46%), ma in questo caso l’autorità britannica ha ritenuto di non richiedere nuovi rafforzamenti di capitale ai due istituti. Hanno infine passato a pieni voti gli stress test Hsbc, il cui titolo resta stabile stamane sul listino della City, Lloyds Banking Group (che guadagna lo 0,16% al momento), la divisione inglese di Banco Santander e Nationwide Building Society.

BANK OF ENGLAND SODDISFATTA NEL COMPLESSO – Soddisfatta nel complesso la Bank of England, che ritiene che il sistema bancario nazionale sia “ben capitalizzato per sostenere l’economia reale”, anche perché i test erano i più severi mai realizzati (anche se non tenevano conto l’impatto della Brexit), ipotizzando ad esempio per lo scenario avverso un crollo del prezzo delle case nel Regno Unito del 31% e una caduta del Pil sia in Cina sia a livello mondiale. Pertanto la Bank of England ritiene non saranno necessarie nuove azioni “a livello macroprudenziale”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bank Of England bacchetta i risparmiatori sui Bitcoin

La Bank of England spinge sul Qe

Anteprima sulla BoE: aumento di Qe, tassi invariati

NEWSLETTER
Iscriviti
X