Borse giù, il Senato boccia il piano auto

A
A
A
di Redazione 12 Dicembre 2008 | 08:19
Oggi, a guidare il mercato saranno le speranze, vaghe al momento, di vedere una risoluzione per il settore auto negli USA prima che le aziende coinvolte siano costrette a presentare istanza di fallimento.

La seduta di ieri si chiude negativamente per Wall Street che vede l’indice S&P 500 in calo del 2,85% ed il Nasdaq Composite del 3,68%. Ma la vera negatività arriva a mercati chiusi con il Senato che decide di affossare tutto respingendo la proposta di salvataggio del settore automobilistico. Il future sull’S&P 500 perde infatti un ulteriore 4% rispetto alla chiusura debole di ieri sera.

Negativo anche il Giappone con il Nikkei 225 che arretra del 5,56%, negativi in simpatia con gli Stati Uniti i titoli del settore automobilistico e gli esportatori che risentono dei timori di un drastico balzo dei disoccupati USA.

Molto negative anche le borse europee che perdono in avvio quasi il 5%.

Forte il mercato obbligazionario con il bund future che balza a 123,25.

In recupero in mattinata il dollaro contro euro a 1,3275 dopo aver toccato nella serata di ieri 1,34.

A guidare il mercato saranno le speranze, vaghe al momento, di vedere una risoluzione per il settore auto negli USA prima che le aziende coinvolte siano costrette a presentare istanza di fallimento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Agenda del 14 ottobre

Agenda del 6 ottobre

Agenda del 16 Ottobre

NEWSLETTER
Iscriviti
X