Voluntary bis, ecco le norme per il contante

A
A
A
di Chiara Merico 3 Gennaio 2017 | 10:58
Come spiega Il Sole 24Ore, il modello prevede la “dichiarazione relativa all’origine dei contanti o dei valori al portatore”.

LE NORME – Il nuovo modello per la voluntary disclosure, pubblicato ieri dall’Agenzia delle Entrate, definisce anche le norme per l’emersione dei contanti illecitamente detenuti in Italia. A questo proposito, come spiega Il Sole 24Ore, il  modello prevede la “dichiarazione relativa all’origine dei contanti o dei valori al portatore”, con cui in sostanza il candidato garantisce la provenienza solo fiscale del “tesoretto”. Per scongiurare il rischio di riciclaggio, la nuova legge sulla voluntary disclosure prevede un nuovo reato autonomo, con pene da 18 mesi a 6 anni (proprio come la mendace dichiarazione nella precedente normativa), da aggiungere a quelle previste per i reati sottostanti eventualmente scoperti. Inoltre, il candidato dovrà anche provvedere all’apertura della cassetta o del nascondiglio alla presenza del notaio, e predisporre poi un conto dedicato a garanzia del debito erariale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Voluntary disclosure: proroga in arrivo

La Voluntary disclosure è un flop

Voluntary flop

NEWSLETTER
Iscriviti
X