Frode Madoff – nuovi indizi nell'ufficio del manager

A
A
A
di Marco Mairate 23 Dicembre 2008 | 10:00
Bernard Madoff prosegue la carcerazione nella sua penthouse di Mahnattan tra la 64th e Lexington. Il top manager per assicurarsi la libertà vigilata ha dovuto versare una mega cauzione da 10 milioni di dollari, in parte garantita dall’appartamento di New York.

Nuove irregolarità sono emerse nella vicenda Madoff. Secondo quanto riportato da Steve Harbeck della Securities Investor Protection Corporation (SIPC) dalla perquisizione dell’ufficio di Bernard Madoff sono emersi nuovi elementi che lasciano intravedere uno scandalo ancora più complicato di quanto emerso finora.

(nella foto pubblicata dal New York Post , viene ritratto Bernard Madoff mentre guarda la televisione comodamente seduto sul divano di casa)

Harbeck, intervistato dall’Observer, ha rivelato che i documenti trovati nell’ufficio privato di Madoff dimostrano l’esistenza di una frode ibrida: “ci troviamo di fronte ad uno schema differente rispetto il tradizionale Ponzi scheme”.
Nell’ufficio infatti sono stati ritrovati documenti relativi agli ultimi venti anni dove sono riportate centinati di migliaia di operazioni di Borsa che includono azioni, obbligazione e altri titoli.

Secondo la SIPC questi documenti sarebbero serviti a Madoff per elaborare le rendicontazione trimestrali da inviare alla propria clientela.

L’ispettore conclude dicendo che è troppo presto per calcolare l’importo della frode  che ad oggi ammonta a 27 miliardi di dollari (così come dichiarato dagli stessi truffati).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti