Blueindex: Raiffeisen International si riprende, debole Deutsche Bank

A
A
A
di Luca Spoldi 13 Gennaio 2017 | 12:01

RAIFFAISEN SI RISCATTA SUL BLUEINDEX – Raiffaisen International torna a mettersi in luce sul Blueindex, passando in testa alla classifica giornaliera grazie ad un rimbalzo del 2,14% che le ha permesso ieri di quasi doppiare il guadagno di Man Grop (+1,22%) e Legg Mason (+1,10%), unici altri componenti del paniere in grado di chiudere la giornata in rialzo di oltre un punto percentuale.

NOVITA’ DALL’UNGHERIA – Tra le notizie che hanno contribuito a riportare un certo interesse sul titolo austriaco vi è la decisione di Gyorgy Zolnai, attuale Ceo di Budapest Bank (nono maggior istituto del paese che il governo Orban intende privatizzare entro giugno) di dimettersi per assumere, da maggio, la guida di Raiffeisen Bank Hungary, quarto maggior istituto ungherese finora guidato da Heinz Wiedner.

GAM E DEUTSCHE BANK SOFFRONO – La giornata di ieri ha comunque visto un’ampia prevalenza delle prese di profitto, con ben 33 componenti su 40 del Blueindex che hanno chiuso in calo. Peggio di tutte hanno fatto Gam Holding e Deutsche Bank, uniche componenti dell’indice a terminare in rosso di oltre il 3%, ma anche Azimut, Banca Mediolanum, Mediobanca, Credit Suisse e Banco Bpm hanno dovuto incassare perdite superiori al 2% a fine giornata.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X