La trimestrale di Jp Morgan supera le attese di Wall Street

A
A
A
di Luca Spoldi 13 Gennaio 2017 | 15:26

JP MORGAN BATTE LE ATTESE – Jp Morgan Chase batte le attese di Wall Street: nel quarto trimestre del 2016 la principale banca Usa sotto la guida di Jamie Dimon ha visto gli utili crescere del 24% grazie anche ai minori accantonamenti per perdite su credito e a profitti da intermediazione obbligazionaria superiori alle previsioni degli analisti di Wall Street.

BENE IL TRADING SU REDDITO FISSO – I ricavi netti sono saliti a 6,73 miliardi di dollari dai 5,43 miliardi degli ultimi tre mesi del 2015, mentre gli utili per azione, che non includono 475 milioni di dollari di benefici fiscali, oneri legali e aggiustamenti contabili, sono risultati pari a 1,62 dollari contro attese di consenso pari a 1,43 dollari. I risultati del trading su reddito fisso sono saliti nel periodo del 31% a 3,37 miliardi di dollari, superando a loro volta le attese (pari a 3,26 miliardi); meno brillanti i risultati sul trading azionari, in crescita dell’8,1% a 1,15 miliardi, meno degli 1,29 miliardi previsti.

TITOLO POCO MOSSO, HA GIA’ CORSO MOLTO – Molto positivi anche i risultati del corporate e investment banking, guidato da Daniel Pinto, che ha visto gli utili quasi raddoppiare a 3,43 miliardi (ma le sole attività di investment banking hanno segnato un modesto +1% a 1,5 miliardi contro gli 1,59 miliardi attesi, a causa di minori commissioni di advisory e collocamento azionario). Modesta la reazione del titolo nelle contrattazioni pre-apertura, dopo che dalla vittoria di Donald Trump le quotazioni sono già cresciute di un 23% circa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

La storia della nonnina “in guerra” con JP Morgan

Jp Morgan, dipendenti in ufficio a NY entro il 21 settembre

Banche Usa: studio segnala aumento insoddisfazione della clientela

NEWSLETTER
Iscriviti
X