Blueindex: Banco Bpm torna a mettersi in luce

A
A
A
di Luca Spoldi 16 Gennaio 2017 | 10:58

VENERDI’ BANCO BPM HA RIFIATATO – La seduta di venerdì è stata caratterizzata da numerose ricoperture che hanno favorito i titoli finanziari, nelle giornate precedenti fatti oggetto di robuste prese di profitto dopo il lungo rally di fine/inizio anno). A riguadagnare la testa della classifica giornaliera del Blueindex è stato Banco Bpm (+5,06%), che dal suo debutto a Piazza Affari, a inizio gennaio, registra un rialzo superiore ai 21 punti percentuali.

BENE ANCHE MEDIOBANCA E DEUTSCHE BANK – Alle spalle di Banco Bpm hanno brillato venerdì anche Mediobanca e Deutsche Bank, con chiusure di poco superiori al 4% a testa, seguite a breve distanza da Credit Suisse e Ubs, con rialzi tra il 3,9% e il 3,8%. Con Mps che resta sospesa dagli scambi, a perdere quota nell’ultima seduta della scorsa settimana sono stati solo tre componenti del Blueindex: American Express, Raiffeisen International e Janus Capital Group.

OGGI EUROPA INCERTA, WALL STREET RESTA CHIUSA – Solo quest’ultima ha peraltro segnato un calo superiore al punto percentuale, chiudendo la giornata a -1,71%. Mentre stamane riaffiorano in Europa prese di profitto sul comparto finanziario per i crescenti timori che si vada ad una “hard Brexit” potenzialmente in grado di far danni tanto all’economia britannica quanto a quella europea, Wall Street oggi resterà chiusa per il Martin Luther King Day e non potrà dunque fornire indicazioni anche riguardo le ultime, bellicose, dichiarazioni del presidente eletto Donald Trump in materia di possibile imposizioni di dazi commerciali alle vetture dei produttori tedeschi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Rottura UniCredit-Mps: il day after degli analisti

Banco Bpm, Castagna: il terzo polo non ci ossessiona

Banche: il risiko sostiene il settore a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X