Opa su Best Union a 3 euro: ecco la strategia da seguire

A
A
A
di Finanza Operativa 29 Dicembre 2016 | 15:30

Ieri sera è stata diffusa la comunicazione di un accordo di investimento tra alcuni soci di Best Union che porterà all’Opa sul titolo e al futuro delisting dell’azione da Borsa Italiana. L’operazione, che potrebbe concludersi già entro il primo semestre dell’anno, avverrà al prezzo di 3 euro per azione, comprensivo dell’eventuale dividendo (in pratica lo stacco del dividendo sarà poi scomputato dal prezzo di Opa). Ai valori attuali l’azione passa di mano a circa 2,9 euro per azione. Con un obiettivo di consegna a 3 euro in Opa, il rendimento lordo dell’operazione si attesta al 3,45 per cento. Non male per un impegno della liquidità che non dovrebbe superare un orizzonte temporale di sei mesi al massimo…. Certo, occorreranno – prima del lancio dell’offerta – tutte le autorizzazioni necessarie, ma alla luce delle dimensioni della società, non dovrebbe essere certo un ostacolo insormontabile. I soci che lanceranno l’offerta hanno già il 75,38% del capitale e, con il superamento della soglia del 90% hanno già preannunciato che non ricostituiranno il flottante, ma procederanno al delisting del titolo dal mercato borsistico. Max Malandra

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti