Bluerating: Raiffeisen International mette il turbo, frena State Street

A
A
A
di Luca Spoldi 26 Gennaio 2017 | 09:41

RAIFFEISEN SUGLI SCUDI – Il via libera decretato dagli azionisti alla fusione di Raiffeisen Bank International con la sua capogruppo Raiffeisen Zentralbank per rafforzare le riserve di capitale e semplificare la struttura societaria piace al mercato, tanto che il titolo dell’istituto austriaco guadagna la testa del Blueindex con un rialzo a fine giornata del 10,86% che consente di superare il pur ottimo risultato di Unicredit (+8,94%, in parte dovuto all’accendersi della speculazione su Mediobanca, di cui Unicredit controlla l’8,56%).

SEDUTA CON MOLTI SPUNTI POSITIVI – Alle spalle della coppia di testa si mettono in luce sul Blueindex anche Deutsche Bank, Natixis e Man Group con chiusure a cavallo del 5%. Bene anche altri grandi nomi come Bnp Paribas e Credit Suisse, in rialzo di 4 punti, mentre solo una manciata di titoli perde quota in una giornata che il nuovo record storico del Dow Jones a New York ha contribuito a rendere più che positiva.

STATE STREET SOFFRE SUL BLUEINDEX – Solo tre componenti del paniere perdono più di un punto per lo scattare di prese di profitto: Banca Mediolanum (-1,28%), Henderson Group (-1,75%) e State Street (-3,38%), quest’ultima colpita da una trimestrale non esaltante e dalla notizia della perdita di oltre mille miliardi di dollari di asset in custodia che BlackRock ha deciso di affidare a Jp Morgan Chase.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X