Società di persone e ditte individuali, arriva l’Iri

A
A
A
di Finanza Operativa 5 Gennaio 2017 | 14:00

Per le società di persone e ditte individuali che svolgono attività d’impresa arriva l’Iri, l’imposta sul reddito dell’imprenditore, con aliquota fissa del 24%. Le imprese in contabilità ordinaria che scelgono di applicare la nuova imposta invece dell’Irpef (che si applica per scaglioni di reddito), potranno riportare le perdite agli esercizi successivi senza le attuali limitazioni di tempo. Anche l’Ires, l’imposta sul reddito per le società di capitali, scenderà nel 2017 dal 27,5 al 24%.

Per le imprese in contabilità semplificata sarà inoltre prevista la possibilità di applicare il regime di cassa, ovvero derogare all’imputazione di costi e ricavi per competenza, e portare per esempio, a ricavo imponibile una fattura solo al momento dell’incasso. Una novità favorevole che risolve, ad esempio, il problema dei ricavi che divengono fiscalmente imponibili prima del loro effettivo incasso.

Per quanto riguarda le spese inerenti agli interventi edili sugli edifici, oltre a mantenere la detrazione del 50% sulle spese riguardanti le ristrutturazioni, c’è poi la proroga di cinque anni della detrazione del 65% delle spese che prevedono un miglioramento dell’efficienza energetica dell’immobile e il probabile ulteriore incremento delle percentuali di detrazione sulle spese sostenute sugli edifici condominiali, e la prevenzione antisismica.

E’ stato infine disposto che verranno chiuse le partite Iva inattive, ovvero quando non è stata svolta alcuna attività per tre anni. La chiusura non prevede sanzioni e il contribuente riceverà prima un avviso al quale potrà rispondere.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X