Wall Street resta di cattivo umore nonostante buoni dati macro

A
A
A
di Luca Spoldi 30 Gennaio 2017 | 15:16

USA, SPESA PER CONSUMI RIACCELERA – La spesa per consumi è aumentata dello 0,5% in dicembre, in decisa accelerazione rispetto al +0,2% del mese precedente. Lo ha annunciato oggi il Dipartimento al commercio statunitense. Si tratta del miglior dato dal +0,7% dello scorso settembre; anche i redditi personali hanno mostrato un miglioramento, salendo nel mese dello 0,3%, grazie al rimbalzo di paghe e salari.

ECONOMISTI SI ATTENDONO RIMBALZO PIL – La spesa per consumi viene costantemente tenuta d’occhio da analisti e investitori a Wall Street, in quanto il 70% del Pil americano dipende da essa. Nel trimestre ottobre-dicembre il Pil ha rallentato la corsa salendo solo dell’1,9%, a causa di una frenata delle esportazioni, ma le previsioni del mercato parlano di un rimbalzo nel corso del primo trimestre del 2017.

WALL STREET RESTA DI CATTIVO UMORE – Dopo il dato i future sugli indici di Wall Street continuano a muoversi al ribasso, complice il crescere delle proteste contro il bando all’immigrazione di musulmani negli Usa per i prossimi tre mesi deciso dal presidente Donald Trump, atto contro il quale si sono già espresse aziende come Google, Facebook, Salesforce, Microsoft, Netflix, Twitter e Starbucks tra le altre, mentre grandi gruppi finanziari come Goldman Sachs, BlackRock e Jp Morgan hanno già dovuto rassicurare i propri dipendenti al riguardo. Ora gli investitori attendono la nomina del giudice della Corte Suprema (destinato a colmare il vuoto lasciato dalla morte di Antonin Scalia undici mesi or sono) che Trump ha promesso entro domani sera.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ripresa in Europa e Usa, un quarto trimestre da dimenticare

Dalla riunione della Bce ai dati sulla produzione industriale, l’agenda della settimana

Vaccini, il “Jurassic Park” dei mercati

NEWSLETTER
Iscriviti
X