Trump impensierisce anche la borsa di Tokyo

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 31 Gennaio 2017 | 12:03

TASSI FERMI, STIME IN RIALZO – La Bank of Japan (BoJ) ha lasciato, come previsto, i tassi invariati a -0,1% confermando anche il piano di espansione della base monetaria sugli 80.000 miliardi di yen all’anno. Nella nota che ha accompagnato la decisione la banca centrale giapponese ha spiegato che “l’economia giapponese ha mantenuto il suo trend di ripresa moderata”, ma ha poi rivisto al rialzo le stime per la crescita nell’anno fiscale in corso (che in Giappone termina a fine marzo, ndr).

TOKYO IN CALO, SOFFRE MAL DI TRUMP – La BoJ vede ora il Pil salire dell’1,4% dal +1% precedente; nel prossimo anno fiscale la crescita dovrebbe risultare pari a +1,5% (da +1,3%), mentre per il 2018 le stime passano da +0,9% a +1,1%. Ciò nonostante la borsa di Tokyo ha chiuso la seduta con l’indice Nikkei225 sceso a 19.041,34 yen (-1,69%) per il persistere di tensioni legate alle misure varate dall’amministrazione Trump che fanno temere pericolosi contraccolpi sulla crescita mondiale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Giappone, un’altra vittoria elettorale per Shinzo Abe

Obbligazioni corporate: il caso Bank of Japan

Bank of Japan lascia invariati tassi e quantitative easing

NEWSLETTER
Iscriviti
X