UniCredit, Profumo possibile conferma

A
A
A
di Redazione 13 Gennaio 2009 | 13:30
Vendite sui listini europei, occhi puntati su Citigroup, dopo le voci su possibili perdite e la chiusura di attività strategiche in Cina. Anche BNP sotto osservazione, in vista di un possibile aumento di capitale. Alessandro Profumo invece resterà alla guida di UniCredit, dopo la rinnovata fiducia da parte delle fondazioni.

Giornata di vendite sulle principali piazze finanziarie europee. A Milano l’S&P MIB cede oltre il 2%, in linea con le borse di Francoforte e Parigi.
Occhi puntati intanto su [s]BNP Paribas[/s], che a Parigi perde oltre il 5%. Voci di mercato indicano l’istituto come prossimo ad un possibile aumento di capitale. La situazione patrimoniale di BNP starebbe infatti scontando negativamente l’effetto [s]Fortis[/s]. L’operazione di acquisizione, bloccata a dicembre 2008 dalla giustizia belga, avrebbe causato mancate acquisizioni di asset strategici. Attualmente dalla banca francese non sono pervenute smentite o comunicati, ed anche il possibile importo del possibile aumento di capitale rimane un mistero.

Intanto oltre oceano si fa calda la situazione per le grandi banche di Wall Street. [s]CitiGroup[/s], oltre l’operazione di merger dell’area di Brokeraggio con [s]Morgan Stanley[/s], ha deciso di chiudere la propria filiale cinese di Private Banking. Secondo la stessa CitiGroup, l’operazione rientrerebbe nel recente piano di dismissioni, che la banca americana ha intrapreso per arginare le perdite. Non è il primo istituto però che chiude con il mercato cinese, e secondo alcuni analisti la motivazione potrebbe trovarsi nel calo di fiducia delle grandi banche estere sul futuro del mercato cinese ed asiatico.

Ma per Citigroup le notizie non sono finite. Secondo alcuni analisti americani, l’istituto potrebbe riportare nuove perdite, che dovrebbero attestarsi intorno ai 10 miliardi di dollari. La causa potrebbe essere legata al mercato delle carte di credito, che avrebbe colpito anche la prima grande banca di Wall Street, [s]Bank Of America[/s], con perdite stimate di 3.6 milirdi euro. Sembrerebbero quindi fondate le preoccupazioni degli analisti per quanto riguarda il settore carte di credito.

In Italia invece, dopo l’incontro delle fondazioni azioniste di UniCredit, sembra confermato l’attuale consiglio di amministrazione. Rumors di mercato affermano che l’attuale management verrà confermato, mentre ci saranno delle possibili variazioni, diminuzione dei consiglieri, in [s]UniCredit Banca[/s], [s]Banca di Roma[/s] e [s]Banco di Sicilia[/s]. Ulteriori decisioni sarebbero state prese invece per i nuovi soci di [s]Central Bank of Lybia[/s], entrati di recente al 4.6% del capitale del gruppo di Piazzale Cordusio. Alessandro Profumo, alla guida di UniCredit, può invece dormire tranquillo, e forse meritatamente, le voci degli scorsi mesi che davano come dimissionario il numero uno di UniCredit, sono state così smentite.

(Per delle analisi quantitative più dettagliate sul BlueIndex e sulle performance dei singoli titoli, è possibile scaricare il report mensile dell’indice)

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 72.5 EUR +2.04%
American Express Nyse 18.83 USD -2.08%
Anima Borsa Italiana 1.44 EUR +0.07%
Axa Euronext 15.25 USD -1.19%
Azimut Borsa Italiana 4.45 EUR +4.22%
Banca Generali Borsa Italiana 2.95 EUR -0.92%
Bank of NY Mellon Nyse 25.05 USD -2.11%
Barclays Lse 10.88 USD +1.20%
BlackRock Nyse 123.53 USD -2.96%
BNP BNP 34.16 EUR +0.27%
Citigroup Inc Nyse 5.6 USD -17.0%
Credit Agricole Euronext 8.83 EUR +0.20%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 29.6 CHF -1.46%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 24.43 EUR +0.95%
Dexia Euronext 3.425 EUR +0.29%
Fortis Euronext 1.28 EUR +10.6%
FT Inv. Nyse 59.54 USD -4.12%
Goldman Sachs Nyse 77.67 USD -7.44%
Henderson Lse 64.5 GBp -4.08%
HSBC Investments Lse 638.7 GBp +1.63%
ING Euronext 8.58 EUR +0.94%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 2.65 EUR +0.86%
Invesco Nyse 13.1 USD -3.39%
Janus Capital Group Nyse 8.17 USD -5.98%
Jp Morgan Nyse 24.91 USD -4.08%
Julius Baer Swiss Market Exchange 42.5 CHF -1.02%
Legg Mason Nyse 22.52 USD -3.59%
Man Group Lse 230 GBp -5.64%
Mediobanca Borsa Italiana 7.67 EUR -0.26%
Mediolanum Borsa Italiana 3.12 EUR -1.73%
Morgan Stanley Nyse 18.79 USD -1.41%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1.48 EUR -0.20%
Natixis Euronext 1.39 EUR +2.96%
Nordea bank Omxnordicexchange 56.8 SEK -3.72%
Raiffeisen Wiener Borse 18.6 EUR -4.61%
Schroders Lse 815 GBp -5.34%
Skandia (Old Mutual) Lse 60.4 GBp +0.49%
State Street Nyse 39 USD -6.16%
Ubs Swiss Market Exchange 15.84 CHF -6.16%
Unicredit Borsa Italiana 1.80 EUR -0.5%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Leonardo sale in borsa dopo annuncio commessa Usa

Anche a Piazza Affari è tempo di “allerta meteo”

Equita group prepara lo sbarco sull’Aim Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X