Wall Street, è già tempo di Ipo: Snap prepara il debutto sul Nyse

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi3 febbraio 2017 | 09:36

SNAP PUNTA A RACCOGLIERE 3 MILIARDI – Il 2017 è appena iniziato ma a Wall Street già si scaldano nuove matricole pronte al debutto. A cinque anni dal lancio di Snapchat, Snap, la società che gestisce il celebre social network, ha depositato la richiesta di ammissione al New York Stock Exchange, scegliendo il ticket “SNAP”. La società, che registra 158 milioni di utenti attivi giornalieri, spera di raccogliere 3 miliardi di dollari, in base ad una valutazione che secondo indiscrezioni dovrebbe essere attorno ai 20 miliardi per l’intero capitale (se così fosse Snap quoterebbe una quota di solo il 15% del proprio capitale).

SALGONO I RICAVI MA ANCHE LE PERDITE – La raccolta di mezzi freschi servirebbe a trasformare Snap da un semplice sviluppatore di app ad una “camera company” (di recente il gruppo ha realizzato gli Spectacles, occhiali che consentono registrazioni video). Snap ha chiuso il 2015 con 58,7 milioni di dollari di ricavi, saliti nel 2016 a 404,5 milioni. Ciò nonostante anche le perdite sono aumentate, passando dai 372,9 milioni di dollari persi due anni or sono ai 514,6 milioni di perdita netta registrata nel 2016.

NESSUN DIRITTO DI VOTO – Anche per questo nel documento si legge che Snap “ha registrato perdite operative in passato, prevede di registrare perdite operative nel futuro e potrebbe non ottenere mai utili”. In ogni caso il collocamento non modificherà il controllo: come molte società di Silicon Valley, Snap ha due classi di azioni una (azioni speciali) con diritto di voto in mano ai due co-fondatori e l’altra (azioni ordinarie) a cui appartengono i titoli che verranno offerti al publico, priva di diritto di voto.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: ipo non lascia, raddoppia

Pirelli punta a tornare in borsa a ottobre

Rimosso Yao Gang, il re delle Ipo cinesi: era corrotto

Aramco: troppo pochi investimenti nel settore petrolifero

Facebook festeggia il quinto compleanno dalla quotazione

Avio brilla al debutto sullo Star

Unieuro pronta al debutto dopo un collocamento senza grandi acuti

Borsa di Milano prudente, oggi debutta Telesia

Nets Holding al debutto a Copenaghen, Ipo da 4,5 miliardi di dollari

Enav, debutto col botto: +10,6%

Enav debutta coi botti a Piazza Affari

Enav debutta in borsa lunedì prossimo

Poste Italiane, altro 29,7% in borsa dopo l’estate

Industrial Stars of Italy 2, debutto in rosso sull’Aim Italia

Veneto Banca procede verso la quotazione

Arabia avvia esame possibile Ipo di Aramco

Metro Bank rafforza il capitale prima dell’Ipo

Abn Amro ritorna in borsa dal 20 novembre

Le Winx in borsa entro un paio d’anni

Poste Italiane sbarca in borsa martedì 27 ottobre

La liquidità potrebbe tentare Procter and Gamble

Ovs non brilla il giorno del debutto a Milano

Cina: troppe Ipo drenano liquidità, interviene la Banca del Popolo Cinese

Rbs: Direct Line verso un’ipo da 2,6 miliardi di sterline

Santander Mexico: un debutto in Borsa da 12,7 miliardi di euro

Santander Mexico sbarca sulle borse di New York e Città del Messico

Destinazione ipo, Compagnia della Ruota si presenta

GM, tutto pronto per l’Ipo

Agricultural Bank of China, Ipo da record

Borse – Dopo la Cina e il Brasile alla guida delle Ipo torna l’Europa

Brusca frenata per le IPO a livello globale

Crolla il mercato delle Ipo nel 2008

Ti può anche interessare

Dazi, Trump minaccia l’Ue: stangata da 11 miliardi

Il presidente statunitense, Donald Trump, minaccia una bordata da 11 miliardi di dollari sulle impor ...

Sarà la ConsulenTia del cambiamento

Siamo in un momento di evoluzione del settore. Intervista al presidente Anasf Maurizio Bufi, in vist ...

Brexit, rinvio indigesto per l’Unione europea

Dopo una telenovela durata diversi mesi, alla fine i ventisette Paesi dell’Unione europea hanno da ...