Fed, domani nessun cambiamento di politica monetaria in arrivo

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 1 Febbraio 2017 | 18:00

A cura di Gero Jung, Chief Economist di Mirabaud AM

Considerato il flusso recente di dati contrastanti in relazione all’economia statunitense e viste le scarse notizie in materia di futura politica fiscale, riteniamo che la Federal Reserve, nel corso del meeting del FOMC previsto per domani 2 febbraio, manterrà la propria politica monetaria invariata.

Guardando al doppio mandato dell’istituto centrale statunitense, è confortante vedere che in realtà a dicembre il tasso di disoccupazione è aumentato – fattore che suggerisce che c’è ancora margine nel mercato del lavoro – mentre l’inflazione non sta salendo in maniera significativa. Quest’ultimo punto è importante, con gli ultimi dati sull’inflazione core di dicembre che mostrano solo un lieve miglioramento, da un 1,66% a un 1,70%. Chiaramente, questo dato è ancora al di sotto del target dichiarato del 2%.

Notiamo che mentre l’inflazione core scende, i prezzi dei servizi più orientati al mercato interno crescono solo in maniera moderata, con i dati che per ora non indicano alcuna accelerazione in arrivo. Inoltre è intuibile, osservando gli ultimi dati sulla crescita del PIL nel Q3 del 2016, che il forte contributo da parte delle giacenze (+1 punto percentuale alla crescita nel complesso) porterà ad un recupero nel trimestre corrente. Ciò suggerisce un tasso di crescita invariato, il quale permetterà alla Fed di mantenere un approccio prudente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, flussi raddoppiati sugli gli azionari a febbraio

Cfa Italy Sentiment Index ancora negativo

Assoreti, cresce la raccolta (+41,5%) e raggiunge i 3,5 miliardi di euro

NEWSLETTER
Iscriviti
X