Obama non salva i mercati

A
A
A
di Redazione 21 Gennaio 2009 | 09:08
L’insediamento di Obama è stato accolto con pessimismo dai mercati ed un nuovo crollo dei bancari.Male anche l’Asia, anche l’Europa ha aperto in ribasso.Obbligazionario in recupero, dollaro in consolidamento.

Wall Street non festeggia l’insediamento di Obama come previsto da molti ma anzi archivia un pesantissimo -5,28% per l’indice S&P 500 e -5,78% per il Nasdaq Composite. Pesantissimo il settore finanziario con l’indice dei bancari che perde circa il 20%.

Pesante anche l’indice Nikkei 225 in calo del 2,04% trascinato al ribasso dal calo degli Stati Uniti.

L’Europa vive un inizio di mattinata in territorio negativo con gli indici in ribasso di oltre un punto percentuale dopo la brusca discesa della serata di ieri.

Obbligazionario in recupero con il bund future in area 125,40.

Sul fronte valutario il dollaro, dopo la galoppata degli ultimi 2 giorni perde parzialmente in mattinata riportandosi a 1,2930. Ancora molto venduta la sterlina che si porta a 0,9390.

Oggi non sono previsti dati di particolare rilevanza ed i mercati rimangono in balia del pessimo umore delle ultime sedute e dei timori di un’economia reale in caduta libera.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Agenda del 14 ottobre

Agenda del 6 ottobre

Agenda del 16 Ottobre

NEWSLETTER
Iscriviti
X