Ancora cali in tutti i mercati

A
A
A
di Redazione 23 Gennaio 2009 | 08:20
Recupera nel finale la borsa americana, che tuttavia chiude in forte calo.Apre in ribasso di mezzo punto l’Europa. Debole l’obbligazionario, dollaro in rialzo su Euro a 1,28.

Recupero serale per Wall Street che però non è sufficiente per sovvertire la pessima mattinata. L’indice S&P 500 perde l’1,52% ed il Nasdaq Composite il 2,76%. Pesante Microsoft che ha anche annunciato il licenziamento di 5000 persone e ritorna ai minimi dal 1998. Pesanti anche i finanziari con Bank of America in calo del 14,5%.

Molto pesante anche Tokyo con l’indice Nikkei 225 che lascia sul parterre il 3,81%. A pesare in particolar modo i timori di Sony che prevede forti perdite nel 2009.

Assai negativa anche l’Australia con l’indice in calo del 4,13%.

Anche le borse europee non vengono meno alla negatività ed aprono con ribassi al mezzo punto percentuale.

Si mantiene debole l’obbligazionario con il bund future in area 124,50 tentando di recuperare dai minimi di ieri trovando un po’ di sostegno nel calo dei listini.

Dollaro in rafforzamento contro euro  in prossimità di 1,28.

Oggi attesa in particolar modo per l’indice PMI in Europa ed il Pil inglese. Il market mover della giornata potrebbe però essere la trimestrale di General Electric prima dell’apertura del mercato USA.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Agenda del 14 ottobre

Agenda del 6 ottobre

Agenda del 16 Ottobre

NEWSLETTER
Iscriviti
X