Fondi hedge, chi sale e chi scende

A
A
A
di Marco Mairate 22 Gennaio 2009 | 12:40
La società di gestione alternativa, RAB Capital, ha nominato Charles Kirwan-Taylor, nuovo Chief Investment Officer della società, uno dei primi gestori alternativi a scegliere la strada della quotazione in Borsa.

Il gruppo ha inoltre assunto John Mattimore come chief risk officer, che in precedenza aveva avuto esperienze presso altre due società alternative: Gartmore e Old Mutual Asset Management.

Nell’ultimo anno, il patrimonio della società è sceso  da 7,2 miliardi di dollari alla fine del 2007 a 1,9 miliardi di fine 2008.

Per questo motivo, e per le poche opportunità sui mercati finanziari, la società ha già chiuso 12 fondi lo scorso novembre.

Negli ultimi 12 mesi il titolo RAB Capital è sceso di oltre 80 punti percentuali alla Borsa di Londra, portando la capitalizzazione di Borsa a 47 milioni di dolllari.

PATRIMONIO GESTITO DIMEZZATO IN 12 MESI

Nell’ultimo trimestre, secondo i dati presentati da HFR, i fondi hedge hanno subito riscatti per 152 miliardi di dollari,
portando le masse globali a 1,4 trilioni di dollari (il medesimo livello del 2006) e 525 miliardi in meno del picco del giugno 2008, quando il patrimonio era prossimo a 2 trilioni di dollari.

Secondo lo stesso presidente di HFR, Kenneth Heinz, l’avversione al rischio degli investitori ha raggiunto livelli impensabili; per questo i riscatti stanno colpendo in modo indiscriminato tutti i fondi, senza alcuna differenza tra le singole strategie, dimensione delle società e performance.

Report ancora più catastrofici (TrimTabs Investment Research e BarclayHedge) dicono che le masse sarebbero già scese sotto il miliardo di dollari.

Lo scorso anno i fondi hedge hanno segnato una performance negativa del 19%, il peggior risultato da gli anni novanta. Solo nel 2007 i gestori alternativi fecero incetta di clienti, raccogliendo in 12 mesi oltre 194 miliardi di dollari.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X