Etp, azionario in crescita: la rotazione continua

A
A
A
di Finanza Operativa 10 Febbraio 2017 | 12:00

a cura di Patrick Mattar, Head of EMEA Broker Dealer Sales iShares Capital Markets

Ecco qui di seguito le cinque principali tendenze registrate a gennaio sull’andamento globale del mercato degli ETP:

 Azionario in crescita: la rotazione continua

“Per il quarto mese consecutivo i flussi dei fondi azionari domiciliati in Europa hanno superato quelli degli obbligazionari, come risposta degli investitori a tassi di interesse più elevati, ad aspettative di riflazione e ad un allargamento della ripresa macroeconomica globale. Tuttavia, i flussi del reddito fisso si confermano positivi con una chiara tendenza degli investitori europei verso il debito dei mercati emergenti”.

Azionario mercati sviluppati: l’Europa sulla scia dell’onda statunitense

“Gli investitori stanno acquistando prodotti azionari sia in Europa sia negli Stati Uniti, a dimostrazione di una rinnovata propensione al rischio. I fondi con esposizione sugli Stati Uniti hanno visto afflussi consistenti a partire dal 2016 guidati dalla ripresa macroeconomica ed ora anche i flussi europei stanno beneficiando di una migliore situazione dei risultati reddituali e di dati macro dell’area più forti”
Materie prime: i flussi di oro divergenti in base al domicilio

“I flussi sull’oro variano da regione a regione con acquisti da parte di investitori europei, compensati da vendite a livello globale in risposta ad un innalzamento dei tassi di interesse statunitensi. Questa dinamica suggerisce che gli investitori europei sono attualmente più concentrati sulla diversificazione del portafoglio”.

 Mercati emergenti: gli investitori europei acquistano debito, gli investitori globali si concentrano sull’azionario

“Dall’inizio dell’anno i flussi globali sui mercati emergenti sono cresciuti sia nel reddito fisso sia nell’azionario, anche se questa indicazione nasconde la vera immagine. In realtà, gli investitori europei stanno acquistando debito dei mercati emergenti e vendendo azioni dei mercati emergenti, mentre altrove gli investitori sono più concentrati sull’azionario.

 “Storicamente, gli asset dei mercati emergenti hanno registrato una forte performance in uno scenario in cui il dollaro statunitense si stava deprezzando e questo è stato tendenzialmente un indicatore di flussi verso gli ETF dei mercati emergenti. Nonostante il contesto favorevole, la dinamica corrente suggerirebbe che attualmente gli investitori europei sono più avversi al rischio rispetto ai loro concorrenti a livello mondiale.”

Giappone: i flussi azionari sono guidati dalla Banca del Giappone

“La Banca del Giappone sta comprando ETF azionari sul Giappone dall’inizio del 2013, in coincidenza con la nomina del Presidente Abe, confermandosi ancora una volta il fattore chiave alla base dei flussi di gennaio.”

 “In particolare, fondi domiciliati in Europa hanno attirato circa 100 milioni di dollari di raccolta netta. Questo è il quarto mese consecutivo di afflussi, dopo un periodo di 9 mesi di disinvestimenti dagli ETP azionari giapponesi pari a 7 miliardi di dollari da parte degli investitori europei”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, da BlackRock un prodotto basato sulla Blockchain

Investimenti, shock energetico: la view di BlackRock

Asset allocation, Giappone: BlackRock aumenta il sovrappeso

NEWSLETTER
Iscriviti
X