Credit Suisse in perdita taglia altri 5.500 posti. Ma il titolo continua a salire

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 14 Febbraio 2017 | 12:30

Credit Suisse ha annunciato una perdita di 2,44 miliardi di franchi per l’esercizio 2016, e la cancellezione di circa 5.500 posti di lavoro nel 2017. Un taglio che va a completare quello di 7.250 unità operato lo scorso anno. Una decisione che, a detta del management dell’istituto, dovrebbe consentire alla banca di riportare l’ammontare dei suoi costi operativi al di sotto dei 18,5 miliardi per 12 mesi. Il numero dei lavoratori effettivi (equivalenti a tempo pieno), passato da 48.210 a 47.170 unità, è calato del 2% nel 2016 su base annua.

Nel frattempo però sul listino di Zurigo il titolo Credit Suisse è salito oggi del +3%, performance che porta il rialzo da inizio 2017 a oltre il 4% e quello a 12 mesi (total return) al +22,2%, forte comunque di un rendimento del dividendo atteso per quest’anno del 4,6 per cento. Nel grafico seguente il confronto a un anno tra Credit Suisse e l’indice benchmark della Borsa Svizzera Smi.

Credit Suisse VS Smi

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, quanti danni il crak Archegos

Credit Suisse all’aumento. Finma indaga

Credit Suisse: trimestrale in rosso ma meno peggio delle stime

NEWSLETTER
Iscriviti
X