Factoring e leasing attesi quest’anno in crescita

A
A
A
di Finanza Operativa 14 Febbraio 2017 | 19:30

È stata diffusi oggi l’edizione di febbraio del Market Watch, l’osservatorio di Banca Ifis che raccoglie i principali dati relativi ai trend macroeconomici e ai mercati finanziari. Ecco le principali evidenze:

  • Trend macro: positiva crescita del PIL nei primi mesi del 2017, che segue gli indicatori economici anticipatori. Per il 2017 è prevista una crescita del PIL dello 0,9% in particolare sostenuta dai consumi per investimenti delle imprese;
  • Factoring: a dicembre 2016 crescita del turnover pari al 9% circa. Nel 2017 atteso un tasso di crescita compreso tra l’8% e il 9% nel primo trimestre e di oltre il 4% sul totale anno;
  • Finanziamenti a medio e lungo termine chiudono il 2016 con crescita quasi nulla mentre nel 2017 è atteso un incremento tra 0,5% e l’1,5%, con particolare focus sulle società non finanziarie. Stimato un calo dei prestiti a breve termine a causa del previsto miglioramento delle condizioni del capitale circolante delle imprese;
  • I volumi degli NPL netti bancari sono in crescita del 2% rispetto all’inizio del 2016, con un’incidenza degli NPL netti sugli impieghi flat al 4,80% da 3 mesi, evidenziando 16 punti base di aumento rispetto all’inizio dell’anno;
  • M&A: Il 2016 si chiude con una contrazione dei volumi di M&A a fronte di operazioni in crescita. Gli operatori esteri sono stati gli attori principali sul mercato italiano. Nel primo semestre 2017 si prevede un ulteriore aumento della presenza degli investitori stranieri in Italia, provenienti in particolare dalla Cina;
  • Leasing: chiude in crescita il 2016 sia per nuove stipule (+16,8%), sia per nuovi volumi finanziati (+15,9%). Nel 2017 è prevista un’ulteriore crescita del 15% rispetto al 2016, favorita da tre fattori: introduzione dell’Iper-ammortamento per i beni industriali 4.0; conferma delle agevolazioni esistenti; crescita della produzione;
  • Raccolta Retail: i depositi dei privati registrano una lieve crescita (+0.1%) a dicembre 2016 mentre per le imprese c’è una riduzione (-2% rispetto a ottobre) e tassi in calo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X