Private Equity – i guai potrebbero essere solo all'inizio

A
A
A
di Marco Mairate 29 Gennaio 2009 | 16:30
Il cigno nero si sta per abbattere sul mondo del private equity. A dirlo è Nassim Nicholas Taleb, autore del libro Black Swan e uno dei critici più accesi contro l’eccessivo ottimismo nelle previsioni dei maghi di Wall Street.

Secondo lo scrittore, intervistato da Bloomberg Radio, se si dovesse verificare un ulteriore calo del mercato del 20% molte società di private equity rimarranno travolte e chiuderanno i battenti.

L’analisi dell’ex banker del Credit Suisse First Boston,(nella foto a destra) è confermata anche da uno studio condotto da Boston Consulting Group che spiega come molte società di private equity possono fallire se le aziende nel loro portafoglio dovessero portare i libri in tribunale.

Lo scorso anno per esempio, dice Taleb, il mercato ha perso il 38% segnando così il peggior risultato degli ultimi 71 anni. Nello stesso periodo, il colosso Blackstone Group, una delle maggiori società di private equity al mondo, ha perso il 78% in Borsa.

“Le banche stanno per essere salvate, e le società di PE saranno le prossime” ha detto Taleb. “Queste persone sembrano dei geni quando il mercato sale. Ora però non sembrano più così intelligenti, e il peggio deve ancora arrivare per loro. Se l’S&P500 dovesse perdere altri 20 punti da ora, cosa succederebbe alle società di PE? Finirebbero tutte sott’acqua.”

Secondo lo studio di BCG, 40 delle prime 100 società di buyout al mondo potrebbero fallire entro il 2011 a seguito del default degli asset comprati a debito.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Aspi, arriva la proposta di Cdp con Blackstone e Macquarie. Atlantia giù in Borsa

Carige, è Blackstone il pretendente

Lusso: Michael Kors pronta ad acquisire Gianni Versace per 2 miliardi

NEWSLETTER
Iscriviti
X