UniCredit, i candidati post Profumo

A
A
A
Avatar di Redazione 2 Febbraio 2009 | 13:45
Continua la “telenovela” UniCredit, big rumors sulle dimissioni di Profumo, ed addirittura compaiono due nomi di eccellenza, due che però dal 2008 sono fuori dai vertici delle grandi banche italiane.

Febbraio non comincia nel migliore dei modi per le piazze finanziarie. Dopo i mercati asiatici, anche quelli del vecchio continente a metà seduta lasciano sul terreno oltre il punto percentuale, appesantiti dal settore banche. Nessuna eccezzione anche per Piazza Affari, dove le due big, [s]Intesa Sanpaolo[/s] e [s]UniCredit[/s], perdono oltre i quattro punti percentuali.

Intanto nel fine settimana passato si è chiuso il [a]World Economic Forum[/a] di Davos, sul fronte banche però non sono emersi grossi colpi di scena. Parte dagli Stati Uniti invece la “[a]Bad Bank[/a]”, cioè ripulire i bilanci delle istituzioni finanziarie da strumenti illiquidi, i quali verranno poi depositati in una “Bad Bank”, e congelati fino a quando le condizioni di mercato non saranno migliori. Una procedura comunque già usata dalla Svizzera, che ha eseguito una operazione simile, dell’importo di circa 2 miliardi di franchi, con [s]UBS[/s]. Ma per quanto concerne le banche italiane, secondo il ministro dell’economia Tremonti, il sistema Italia attualmente non ne ha alcun bisogno.

Continua ancora la “telenovela” UniCredit. Le voci di mercato infatti si fanno sempre più insistenti sulle dimissioni di Alessandro Profumo, attuale amministratore delegato del gruppo di Piazzale Cordusio. Anzi, secondo indiscrezioni di stampa, lo stesso Profumo avrebbe presentato la lettera di dimissioni già due volte. La prima in autunno, mentre la seconda a dicembre. Dimissioni però non accettate, per non appesantire le perdite del titolo in borsa.

Oltre alle voci di dimissioni, adesso escono anche i nomi di due possibili sostituti di Profumo, [p]Pietro Modiano[/p] e [p]Giampiero Auletta Armenise[/p]. Due nomi famosi del panorama bancario italiano, provenienti da diverse realtà e con curriculum ed esperienze differenti.

Pietro Modiano, nato a Milano nel 1951, è partito dalla direzione pianaficazione e ricerche economiche del Credito Italiano. Tra i ruoli chiave ricoperti, direttore generale del gruppo Sanpaolo IMI e dal 2007 direttore generale e direttore della divisione Banca dei Territtori del gruppo Intesa Sanpaolo. Dato importante, è stato vice direttore, e vicario dell’amministratore delegato, di UniCredit Banca. A piazzale Cordusio poi, ha anche ricoperto ruoli chiave nelle varie divisioni, ed è stato anche presidente di Pioneer Investment.

Giampiero Auletta Armenise, nato a Roma nel 1957, ha cominciato con le SIM e SGR del gruppo Gestifondi e Nagrasis. Tanti i ruoli chiave, membro del Cda della Banca Nazionale dell’Agricoltura e di Interbanca. In Banca Intesa è stato vice direttore generale, dove ha seguito una serie di operazioni di M&A. Dal 2003 poi è diventato amministratore delegato di BPU Banca.

Due carriere senza ombra di dubbio brillanti, con due orientamenti forse differenti. L’unica cosa che adesso gli accomuna è che dal 2008 entrambi sono usciti dai vertici delle grandi banche italiane.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 66.04 EUR -2.96%
American Express Nyse 16.73 USD +0.12%
Anima Borsa Italiana 1.44 EUR -0.07%
Axa Euronext 12.21 USD -7.46%
Azimut Borsa Italiana 4.02 EUR +6.07%
Banca Generali Borsa Italiana 2.75 EUR +1.48%
Bank of NY Mellon Nyse 25.74 USD -0.61%
Barclays Lse 5.71 USD +1.24%
BlackRock Nyse 108.8 USD +0.43%
BNP BNP 30.01 EUR +1.72%
Citigroup Inc Nyse 3.55 USD -8.97%
Credit Agricole Euronext 9.54 EUR -3.82%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 29.84 CHF -4.42%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 20.5 EUR -0.24%
Dexia Euronext 2.43 EUR -6.53%
Fortis Euronext 1.55 EUR -2.57%
FT Inv. Nyse 48.42 USD -1.76%
Goldman Sachs Nyse 80.73 USD 2.40%
Henderson Lse 75.0 GBp +20.9%
HSBC Investments Lse 543.2 GBp -1.76%
ING Euronext 6.38 EUR -0.28%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 2.47 EUR -0.30%
Invesco Nyse 11.79 USD +2.25%
Janus Capital Group Nyse 5.25 USD -4.54%
Jp Morgan Nyse 25.51 USD +0.31%
Julius Baer Swiss Market Exchange 34.58 CHF -4.21%
Legg Mason Nyse 16.06 USD -4.11%
Man Group Lse 206.2 GBp +2.23%
Mediobanca Borsa Italiana 7.10 EUR +0.50%
Mediolanum Borsa Italiana 3.03 EUR +2.19%
Morgan Stanley Nyse 20.23 USD -5.37%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1.12 EUR -3.19%
Natixis Euronext 1.22 EUR +4.79%
Nordea bank Omxnordicexchange 44.4 SEK +0.45%
Raiffeisen Wiener Borse 16.0 EUR +4.03%
Schroders Lse 761 GBp +1.46%
Skandia (Old Mutual) Lse 52.4 GBp -1.31%
State Street Nyse 23.27 USD -3.32%
Ubs Swiss Market Exchange 14.64 CHF +1.87%
UniCredit Borsa Italiana 1.38 EUR +0.88%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Leonardo: al mercato la nomina di Profumo non è piaciuta

Mps, archiviazione per Viola e Profumo

Mps, Profumo e Viola indagati

Profumo: “Gli stress test esercizio teorico”

Banche, dopo Mps Profumo conquista Equita sim

Mps, è ufficiale: Profumo lascia la presidenza

Banche, Profumo: in 10 anni metà filiali in meno

Milano evita il rosso, Mps in luce dopo parole Profumo

Ancora una giornata sì per Milano, vola Mps: +5,5%

Mps stabile dopo preannunciato addio di Profumo

UnipolSai sale in attesa della cessione di asset

Euro: il mercato voleva qualcosa in più

Profumo (Mps): l’Unione bancaria livella il terreno di gioco tra i diversi Paesi

Fondazione Mps scende al 35% di Mps

Mps, Profumo elogia Viola: “La banca performerà”

Mps, Proto Organization verso l’aumento della quota

Mps: nessun nuovo socio sopra il 2%. Per ora

Mps vola in Borsa, faro della Consob sul titolo

“Mi piace fare il banchiere”. Guarda il video-intervista a Profumo

Profumo, Mps non ha un piano B per salvarsi

Mps e quei 100 dirigenti di troppo

Mps, è ufficiale: Alessandro Profumo tra i candidati

È già casta padana

Anche il futuro di Pioneer nell’eredità di Profumo

Unicredit, la resa dei conti

Unicredit, oggi il vertice. In 25 vogliono Pioneer

Unicredit, oggi i conti e il bancone

Unicredit: ecco la lista dei manager della rete commerciale

Unicredit riapre il covered bond

Unicredit, destinazione Libia

Unicredit, Piccini country manager Italia

Unicredit vicino il varo del nuovo country manager

Banca Unica, al via il toto-nomine

NEWSLETTER
Iscriviti
X