Dall’Internet delle cose, all’Internet delle…case

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 3 Marzo 2017 | 14:00

Antifurti, caldaie, forni e cucine comandati a distanza con un semplice tocco di smartphone. Non è solo l’ultima trovata tecnologica in esposizione al Ces di Las Vegas o al Mwc di Barcellona (in corso sino al 2 marzo), ma potrebbe presto essere la realtà per tutti noi.

Se la casa è tradizionalmente il fiore all’occhiello degli italiani, una casa totalmente digitalizzata è probabilmente il futuro (prossimo o quasi) della gran parte dei nostri connazionali, affascinati come sono dalla tecnologia. E i dati sembrano dar ragione a questa ipotesi: una ricerca sulla “smart home” prodotta dall’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano ha infatti evidenziato come il cosiddetto Internet delle cose stia entrando non solo dalla porta principale, ma da tutti i serramenti delle abitazioni tricolori. Già il 26% degli italiani, secondo la ricerca, possiede un dispositivo connesso a Internet per la gestione della propria casa, e se ancora non lo ha, nel 50% dei casi attende un’offerta più matura per acquistarlo.

continua a leggere su Requadro.com

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

L’Internet delle cose attira investimenti Fintech e Insurance-Tech

Dispositivi indossabili: la connettività ubiqua diventa realtà

Il boom di Internet delle cose stimola la domanda di apparecchiature di testing e monitoraggio

NEWSLETTER
Iscriviti
X