Candela nera per lo Smi che raggiunge il primo target al ribasso

A
A
A
di Finanza Operativa 8 Marzo 2017 | 10:00

Prima candela nera dopo quattrobianche consecutive per il future sullo Smi di marzo che mantiene aperto il gap up lasciato giovedì. Nel dettaglio, dopo un avvio a 8.626 e un top a 8.629, il derivato è ridisceso fino a 8.579 punti chiudendo a 8.595 punti. La violazione di 8.600 ha così fatto scattare gli short e portato al raggiungimento del primo obiettivo a 8.580 punti. Rimane quindi il gap up rispetto al top di mercoledì a 8.558 punti. Intanto lo Stocastico veloce resta in area di ipercomprato (ma ha già tagliato al ribasso la sua trigger) mentre la media mobile a 21 passa ora a 8.453 punti e resta a lavorare da supporto.
Dal punto di vista operativo il recupero di 8.600 punti sarebbe un segnale per il derivato che avrebbe spazio di recupero in direzione di 8.640, 8.660, 8.680 e 8.700 punti. Poi eventualmente 8.820, 8.835 e 8.850 punti. Per contro, con la violazione di 8.575, lo Smi avrebbe primi supporti a 8.560, 8.540, 8.520, 8.500, 8.485, 8.470 e 8.750 punti.   M.M.
Swi20Mar17Daily

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Borsa svizzera ancora in rally. Tutti gli Etf a Piazza Affari

Mercati, anche la Borsa svizzera aggiorna i massimi. Gli Etf a Piazza Affari

Svizzera: disoccupazione in calo e Borsa in rialzo. Gli Etf sullo Smi

NEWSLETTER
Iscriviti
X